Coronavirus in Italia e nel mondo

NEWS - Tutti gli sport(escluso il calcio)


News da Federazione tennis tavolo

News da Federazione Tennis da tavolo

#tennis-da-tavolo #Federtennisdatavolo

Attività Nazionale
La matricola New TT Pieve Emanuele ospita il TT Genova

New TT Pieve Emanuele 2020 2021 Frizzo Tatulli Federico Palumbo e Andrea Paoletti Scatta la serie A2 maschile e domani mattina, con inizio alle ore 10, nel girone A s’incroceranno i destini della matricola ambiziosa New Tennistavolo Pieve Emanuele e del Tennistavolo Genova Cervino, che, dopo l’esperienza della scorsa stagione nel massimo campionato, ha deciso di ripartire dalla cadetteria. La gara sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube della società di casa al link http://www.youtube.com/c/ASDNewTTPieveEmanuele.

La prima giornata proporrà le altre sfide oggi. Alle 15,30 il Metalparma Tennistavolo San Polo, appena tornato in categoria, ospiterà la Brunetti Castel Goffredo.

Mezz’ora dopo toccherà alla sfida fra l’Aon Milano Sport e l’Apuania Carrara. Alle 19 il programma proporrà la gara fra il Tennistavolo Torino e la Marcozzi Cagliari.

Nel girone B oggi alle ore 15 andranno in campo il Cral Comune di Roma e la Juvenes San Marino. Domani alle 15 il Tennistavolo Torre del Greco affronterà gli Alfieri di Romagna M1.

La partita fra l’UPR Tennistavolo Montemarciano, al suo esordio assoluto in A2, e il Tennistavolo Ennio Cristofaro - Dell’Aera C&R, è stata rinviata a data da destinarsi. Riposerà l’Antoniana Tennistavolo Pescara.

Nella foto il New TT Pieve Emanuele, da sinistra Frizzo Tatulli, Federico Palumbo e Andrea Paoletti

Data articolo: Sat, 16 Jan 2021 07:57:44 +0000
Attività Nazionale
Cortemaggiore corsaro, batte l’Eppan per 4-1

Eppan contro Cortemaggiore andata serie A1 2020 2021 2Il campionato 2020/2021 di serie A1 femminile si è aperto all’insegna del confronto fra l’Eppan Tischtennis Raiffeisen e la Teco Corte Auto Cortemaggiore e le ospiti, guidate da Olga Dzelinska, hanno ottenuto una vittoria pesante, prevalendo per 4-1.

Nel primo singolare si sono affrontare l’ungherese Maria Fazekas e Jamila Laurenti, all’esordio con le rispettive maglie, e l’atleta di casa è partita avanti (6-2). Dall’8-4, però, l’azzurra ha imposto un break di 8-0 e si è aggiudicata il set.

La magiara nel secondo parziale ha riassunto il comando (5-2) è stata ancora raggiunta (5-5), ma questa volta è stata brava a ripartire (7-5) e a procurarsi tre set-point (10-7), sfruttando il terzo.

Fazekas al ritorno al tavolo ha preso il largo (7-2), Laurenti ha leggermente recuperato (7-4), prima di lasciare gli ultimi tre punti all’avversaria. La reatina nella quarta frazione ha avuto un avvio lanciato (5-3) ed è stata ripresa e superata dall’ungherese. Ha pareggiato (7-7), il finale è stato però tutto per Fazekas, che ha chiuso i conti.

Il secondo singolare ha visto il debutto in Italia nelle fila magiostrine della russa Olga Kulikova, che ha affrontato Debora Vivarelli in una sfida in cui i servizi hanno avuto un ruolo importante. L’appianese è entrata bene nel match (5-2) e dal 6-3 ha subìto il recupero della rivale (6-6). Ha saputo riportarsi in testa e si è guadagnata due palle set, concretizzando la seconda.

Vivarelli è sembrata poter incrementare il margine, quando nel secondo set è risalita da 2-4 a 7-5. Sull’8-6 è stata invece la russa ad avere lo spunto vincente, imponendo un filotto di 4-0 e impattando le sorti alla seconda opportunità. Nel terzo parziale è stata Kulikova ad andare in crescendo e dal 5-5 a operare l’allungo decisivo. Ruggente la sua ripresa del gioco (5-1), che Vivarelli non è riuscita arginare.

Nel derby fra juniores Arianna Barani ha ribaltato la situazione da 1-3 a 6-4 ed è stata ripresa da Arianna Barani (6-6), per poi tornare in sella e completare l’opera. Nel secondo set la magiostrina dal 3-5 ha conquistato otto punti di consecutivi e ha dato vigore alla sua fuga, che nel terzo parziale è diventata inarrestabile. Sul 5-3 per Vivarelli, quattro scambi di fila favorevoli a Barani hanno portato il match in dirittura d’arrivo.

Fra Fazekas e Kulikova il primo set è stato un vero braccio di ferro, nel quale l’ungherese non ha approfittato di due chance per imporsi (10-9 e 11-10) e la russa, dopo aver mancato la prima (12-11) e andata a segno alla seconda (13-12).

La pongista della Teco nel secondo parziale ha subito rotto l’equilibrio 5-1, è stata riavvicinata (6-5) e ha trovato la forza per ripartire senza voltarsi indietro. Nella terza frazione Fazekas ha fatto ricorso a tutta la sua esperienza e dal 3-6 ha rosicchiato punto dopo punto e ha effettuato il sorpasso (8-6).

Kulikova ha reagito da par suo ed è tornata avanti (9-8), poi ha sbagliato il servizio e un comodo top di diritto sopra la rete. Set point per la magiara, che, se sfruttato, avrebbe riaperto la gara. Invece è stata la russa a neutralizzarlo con il diritto e a issarsi al match-point, sul quale il suo braccio è stato saldo.   

Nel quinto singolare coach Jason Davide Luini si è affidato a Diana Styhar, al posto di Evelyn Vivarelli, per incrociare Laurenti. L’ucraina ha avuto uno scatto bruciante (7-1) e, sul ritorno della reatina (8-6), si è assicurata quattro set-point (10-6). Sono sfumati tutti, come anche il quinto (11-10). Anche la laziale ha mancato il primo (12-11) e una retina ha consegnato il sesto a Styhar (13-12), anche questo cancellato. Il secondo di Laurenti (14-13) è stato quello buono.

Styhar non si è scoraggiata e anche nel secondo parziale ha dettato il ritmo (4-1). Dal 6-2 si è ritrovata Laurenti con il fiato sul collo (6-5) e poi in parità (9-9). Con il servizio l’azzurra si è presa un set-point (10-9) e il top di diritto le ha consegnato il 2-0. Anche la terza frazione ha rispettato il copione, con Styhar a scappare sul 4-1 e Laurenti a risucchiarla (4-4).

Poi è stata l’ucraina a rimontare e ad andare al set-point (10-9), che le ha permesso di dimezzare le distanze. Nel quarto set è stata la vice campionessa europea juniores del 2019 a mettere la testa avanti (4-2) e a incrementare il vantaggio (8-3). Styhar con tre punti in sequenza ha riaperto i giochi e dopo il timeout ha ridotto ancora il distacco (8-9). Laurenti ha avuto due match-point (10-8) e al secondo ha potuto esultare.

Le altre due partite della prima giornata sono state rinviate. La Brunetti Castel Goffredo e il Tennistavolo Norbello giocheranno giovedì 21 gennaio alle 18 e il Quattro Mori Cagliari e la Polisportiva Bagnolese Panino LAB a data da destinarsi.

Maria Fazekas - Jamila Laurenti 3-1 (8-11, 11-9, 11-4, 11-7)

Debora Vivarelli - Olga Kulikova 1-3 (11-9, 9-11, 6-11, 6-11)

Evelyn Vivarelli - Arianna Barani 0-3 (8-11, 5-11, 7-11)

Maria Fazekas - Olga Kulikova 0-3 (12-14, 8-11, 10-12)

Diana Styhar - Jamila Laurenti 1-3 (13-15, 9-11, 12-10, 9-11)

Data articolo: Fri, 15 Jan 2021 21:01:14 +0000
Attività Nazionale
Il Milano Sport conferma il pronostico e supera il Vigevano

Milano Sport contro Vigevano Sport serie A1 2020 2021Finalmente, dopo oltre dieci mesi d’inattività, si è tornati a giocare in campionato e in serie A1 maschile i primi a scendere in campo sono stati l’Aon Milano Sport e il Vigevano Sport - Pellicceria Cane.

Al Centro Sportivo Bonacossa i locali hanno rispettato il ruolo di favoriti e si sono imposti per 4-0. Nelle fila ospiti è rimasto a riposo il bronzo paralimpico di Rio 2016, Amine Kalem, reduce da un fastidioso mal di schiena.

Sono partiti Matteo Mutti e Nicholas Frigiolini ed è stata subito battaglia. Molto equilibrato il primo set nel quale il mantovano ha avuto quattro palle per chiudere (10-8, 11-10 e 12-11) e se le è viste annullare. Frigiolini alla sua prima chance (13-12) è stato efficace.

Mutti nel secondo set ha dominato fin dall’inizio (6-1) e ha agevolmente impattato la situazione. Nel terzo è tornato in auge Frigiolini, che, dopo essere stato rimontato (da 5-2 a 6-6) è andato a prendersi con merito il parziale. Nuovamente nel segno di Mutti la quarta frazione, mai in discussione, che ha sospinto il verdetto alla “bella”. Il lombardo dall’1-1 ha infilato un break di 8-0, mandando in archivio la sfida.

Il secondo singolare ha opposto Guo Ze al veterano Gianmarco Gallina, sostituto di Kalem, e Shibutani ha tenuto testa al cinese nel primo set, prima di cedere più nettamente nei due successivi.

L'ex di turno Alessandro Baciocchi ha festeggiato la prima vittoria in maglia Aon, battendo Vitali Deleraico. In verità il suo compito non è stato agevole, perché il moldavo, dopo un primo set filato via liscio, nel secondo ha lottato, cedendo di misura. Si è aggiudicato il terzo e soltanto nel quarto la superiorità del perugino è uscita allo scoperto.

Il bravo Frigiolini ha impegnato anche Guo Ze, soprattutto nel set di apertura, che ha portato dalla sua parte, dopo una prima metà senza padroni. Il cinese nel secondo parziale non ha trovato resistenza e neppure nel terzo. Il quarto ha riproposto un Frigiolini capace di rimanere a contatto, ma sul 7-5 l’atleta di casa è filato verso il successo.

Domani sera alle ore 19 il Frandent Group Cus Torino ospiterà il Tennistavolo Reggio Emilia Ferval, con diretta streaming sul canale YouTube della FITeT (https://www.youtube.com/watch?v=Sxnee0AfaWI).

Domenica alle 10,15 si affronteranno Il Circolo Prato 2010 e l’A4 Verzuolo Tonoli-Scotta. Sono state rinviate le partite fra il Sant’Espedito Napoli e la Marcozzi Cagliari, a giovedì 21 gennaio alle 15, e fra la Top Spin Messina Fontalba e il Tennistavolo Norbello, a sabato 6 febbraio alle 15,30. Riposa l’Apuania Carrara.

Matteo Mutti - Nicholas Frigiolini 3-2 (12-14, 11-4, 9-11, 11-5, 11-2)

Guo Ze - Gianmarco Gallina 3-0 (11-7, 11-5, 11-7)

Alessandro Baciocchi - Vitali Deleraico 3-1 (11-6, 11-8, 7-11, 11-1)

Guo Ze - Nicholas Frigiolini 3-1 (7-11, 11-3, 11-6, 11-6)

Data articolo: Fri, 15 Jan 2021 20:46:48 +0000
Attività Nazionale
Frandent Group contro Reggio Emilia Ferval in diretta streaming

Frandent Group Cus Torino serie A1 2020 2021 L’inizio delle serie A1 coincide con la ripresa delle dirette streaming sul canale YouTube della FITeT.

In campo maschile nella prima giornata le nostre telecamere faranno tappa nel Palazzetto dello Sport di via CLN 53 a Grugliasco, che sarà la sede della gara di domani sera alle ore 19 fra le matricole Frandent Group Cus Torino e Tennistavolo Reggio Emilia Ferval. Per seguire l'evento si potrà cliccare al link https://www.youtube.com/watch?v=Sxnee0AfaWI o sul banner presente sulla home page del sito federale. Direttore di gara sarà Sergio Turco.

Curiosamente le due squadre si sono affrontate l’anno scorso in A2 in occasione del loro ultimo match prima del lockdown, che si è giocato all’Istituto Sociale ed è terminato sul 3-3.

Il programma agonistico partirà già questa sera alle 18,45, con l’incontro del Centro Sportivo Bonacossa fra l’Aon Milano Sport e il Tennistavolo Vigevano Sport - Pellicceria Cane, che sarà arbitrato da Caterina Faragò.

Domenica mattina alle ore 10,15 a Le Badie Il Circolo Prato 2010 ospiterà l’A4 Verzuolo Tonoli-Scotta. La partita sarà affidata alla direzione di Luca Mariotti.

Sono state rinviate le sfide fra il Sant’Espedito Napoli e la Marcozzi Cagliari, a giovedì 21 gennaio alle 15, e fra la Top Spin Messina Fontalba e il Tennistavolo Norbello, a sabato 6 febbraio alle 15,30. In questo turno inaugurale riposerà l’Apuania Carrara.

Nella foto il Frandent Group Cus Torino, da sinistra il tecnico Vladimir Sych, Romualdo Manna, Davide Ferrero, Francesco Calisto, il dirigente Adriano Muzio, Lorenzo Cordua, il tecnico Aldo Vassarotto e la dirigente Francesca Iebole

Data articolo: Fri, 15 Jan 2021 12:09:09 +0000
Attività Nazionale
La A1 femminile si apre con Eppan e Cortemaggiore su Facebook

Eppan Tischtennis Raiffeisen serie A1 2020 2021 La prima giornata della serie A1 femminile, a porte chiuse e nel pieno rispetto dei protocolli anti Covid-19, sarà monopolizzata dalla sfida fra l’Eppan Tischtennis Raiffeisen e la Teco Corte Auto Cortemaggiore, che questa sera alle ore 19 si affronteranno nella palestra della scuola media J.G. Plazer ad Appiano sulla Strada del Vino, sotto la direzione di Ezio Almici.

La gara sarà trasmessa in diretta Facebook dalla società di casa e potrà essere seguita cliccando al link https://fb.me/e/1qBsrn3Fc.

Sono invece state rinviate le partite fra la Brunetti Castel Goffredo e il Tennistavolo Norbello, a giovedì 21 gennaio alle 18, e fra il Quattro Mori Cagliari e la Polisportiva Bagnolese Panino LAB, a data da destinarsi.

Nella foto l’Eppan Tischtennis Raiffeisen, da sinistra l’ucraina Diana Styhar, Debora Vivarelli, il tecnico Jason Davide Luini, Evelyn Vivarelli e l’ungherese Maria Fazekas

Data articolo: Fri, 15 Jan 2021 08:29:26 +0000
Altre Notizie
Nota del Ministero della Salute per l’idoneità all’attività sportiva in atleti Covid-19

Il Ministero della Salute - Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria ha emesso una nota comprendente le raccomandazioni in tema di idoneità all’attività sportiva agonistica in atleti non professionisti Covid-19 positivi guariti e in atleti con sintomi suggestivi per Covid-19 in assenza di diagnosi da Sars-Cov-2.

In allegato il documento

Logo Ministero della Salute Coronavirus

Data articolo: Thu, 14 Jan 2021 17:11:35 +0000
Attività Nazionale
TT Torino, un esempio ai massimi livelli e con un vivaio sempre competitivo

Foto 1 Squadra serie A1 2005 2006In oltre 30 anni di vita ha scritto pagine significative nella storia del tennistavolo italiano. Il Tennistavolo Torino è nato nel 1998, proseguendo l’attività del Dopolavoro Poste, che aveva visto la luce nel 1986. Un ruolo importante alle origini e nel corso del suo sviluppo fu giocato dall’attuale presidente federale Renato Di Napoli. Ci aiutano a sfogliare le pagine di un libro ricco di spunti interessanti la dirigente Antonella Di Napoli e il nuovo direttore tecnico Domenico Colucci, che ha sostituito Andrea Paiola ed è buon conoscitore della società, essendo già stato tesserato dal 2005 al 2009.

Ciao Antonella, come s’innestò il tennistavolo nel panorama sportivo del Dopolavoro Poste?

«Papà aveva giocato a ping pong a Napoli, la sua città, nell’Argo e nello Stetan, e nel 1980 si trasferì a Torino e fu assunto alle Poste. Sei anni dopo venne a conoscenza di una circolare che Antonio Muraglia, un dipendente dell’Azienda di Stato dei Servizi Telefonici, aveva suggerito alla dirigenza di inviare a tutto il personale delle Poste, per sondare l’interesse ad aprire una sezione riservata al nostro sport, e rispose con entusiasmo. Il Dopolavoro Poste si affiliò così alla FITeT e iscrisse una squadra alla serie D2. Fin dall’inizio si diede alla società una struttura tecnica. Il primo allenatore fu Giovanni Greco e poi arrivò anche da Palermo il maestro cinese Xu Fang, tuttora presente. Nella nostra filosofia fin dall’inizio ha avuto un ruolo fondamentale la cura del settore giovanile».

Foto 2 Lo staff tecnico del TT TorinoQuale fu il seguito?

«Nel giro di poche stagioni ci furono i primi risultati, con la salita in C1, grazie a Pierluigi Bassoli, che è stato il nostro atleta più longevo, Gaetano Di Cesare, Claudio Baiocchi, Marco Pili e Walter Fresch. Altri giocatori molto importanti sono stati Domenico Astegiano e Gianluca Bilucaglia. In quel periodo sono entrati e sono ancora con noi, due pilastri come Manuela Baderna ed Enrico Scano. Nel 1989 venne creata anche la sezione femminile, che partì dalle serie regionali e arrivò velocemente in quelle nazionali. Poi il Dopolavoro Poste dovette chiudere i battenti e papà fondò il TT Torino, con la sede agonistica che da allora è rimasta fissata nella palestra di via Tempia 8. Fin dall’inizio ha potuto contare su un aiuto fondamentale da parte di Walter Broglio. Oltre a lui fu ingaggiato il grande tecnico russo Sergey Vlasov, che venne in Italia assieme alla famiglia. Anche il giovane figlio Grigory, dunque, iniziò a giocare per il TT Torino. Un altro tecnico russo che ha lavorato per noi è stato Vladimir Lutsenko».

L’ascesa è continuata?

«Assolutamente sì e la prima squadra maschile nel 2002-2003 ha raggiunto la A1. Sono seguiti due campionati di assestamento, in cui, fra gli altri, hanno indossato la maglia del TT Torino anche Umberto Giardina, n. 4 della classifica italiana, i fratelli Alessandro e Gianbattista Casaschi, “Il Conte” Guido Aliberti, il russo Vladimir Sych, Daniele Sabatino, Alessandro Soraci, Francesco Lucesoli e Marcello Mondello. Fra gli atleti che sono cresciuti con noi in quel periodo ci sono stati Andrea Nucibella ed Eugenio Panzera. Nel 2005/2006 Vlassov, il cinese Zhao Rui Guang, il molisano Romualdo Manna e il varesino Simone Spinicchia, allenati da Jiang Zi Long, altra figura determinante al nostro interno, e da Walter Broglio, si sono classificati terzi al termine della regular season, qualificandosi per una storica prima semifinale scudetto. L’anno successivo, nel quale Andrea Paiola è stato nominato direttore tecnico e Walter Broglio, vera colonna portante, ha lasciato la società, il quarto posto di Vlasov, Zhao e Spinicchia ha fruttato il secondo accesso ai playoff. Nel 2008 è arrivato il maestro romeno Mihai Bobocica senior, che ha portato il suo grande patrimonio di esperienza».

Foto 3 Tt Torino squadra Italiani paralimpici 2007Quanto è durata l’avventura in A1?

«Fino al 2010 e protagonisti sono stati i cinesi Chen Jia, Chen Yu Wei e Liu Jianxu, il ceco Frantisek Krcil, il romeno Laurentiu Capra e Alberto Margarone. Dopo la retrocessione si è ripartiti dalla B1, con l’allenatore-giocatore Capra, Fabio Franco e Marcello Cardea. Nel 2014, il 15enne Daniele Pinto, Jiang Zilong, Nicholas Frigiolin, Cardea, Eugenio Panzera e Simone Bonamin hanno conquistato la promozione in A2 e nel 2015/2016 nella squadra ripescata in A1 ha giocato il terzetto azzurro giovanile composto da Pinto, Jordy Piccolin e Frigiolini. La stagione successiva è stata di nuovo in A2, con in campo Gabriele Piciulin, Gabriele Vicario e Andrea Corazza, che sono retrocessi in B1. Dopo una discesa in B2 e un immediato ritorno in B1, nel 2020 alla sospensione eravamo in testa, con Frigiolini, Federico Vallino Costassa e Cardea e siamo dunque stati ammessi in A2».

Qual è stato, invece, il percorso delle ragazze?

«All’inizio degli anni 2000 abbiamo raggiunto la serie A unificata e non siamo mai scese al di sotto della A2 fino al 2009, con atlete come Shen Yanfei, che è stata poi naturalizzata spagnola ed è diventata numero 1 d’Europa, Feng Wei, Manuela Daniele, io stessa, Elisa Marzolla, l’ucraina Zoya Pogoryelova, le cinesi Ren Nan, Wu Xiaojing e Xu Yi Yan, Erika Pinotti e Alessia Tarallo. Nel 2010 io, Tarallo e Xu Yi Yan siamo risalite in A2 e nel 2012 Tian Jing, con 19 vittorie su venti partite disputate, io e Tarallo abbiamo portato la squadra ai playoff, che non si sono concretizzati nella promozione. Sono seguite quattro stagioni in B, con me, Tarallo, Giuseppina Cacace, Carmela Castro, Alice Marchio, Elisa Marzolla e Martina Nino e nel 2016/2017 eravamo di nuovo in A2, con Rossella Scardigno, Nino e Castro. Nel 2018 l’ucraina Natalia Riabchenko, Nino e Daniele ci hanno condotti in A1, un’esperienza durata un anno».

Foto 4 Nikoleta Stefanova e Laura Pastorino campionesse italiane di doppio junioresDifficile riepilogare tutti i risultati di spicco individuali?

«In totale abbiamo conquistato circa 80 medaglie ai Campionati Italiani, Assoluti, di categoria, Giovanili, Veterani e paralimpici. Impossibile non cominciare da Nikoleta Stefanova, la pongista italiana più titolata di sempre, che con il TT Torino dal 2000 al 2002 si è aggiudicata cinque ori tricolori assoluti (due in singolare, due nel misto e uno nel doppio femminile) e nove ori e un argento giovanili. Io sono stata campionessa italiana juniores nel 2004 e l’anno precedente ero stata argento. Ho ottenuto anche due bronzi fra le Allieve e altre medaglie fra Giovanissime e Ragazze. Nel 2006 ho conquistato il bronzo nel singolare di seconda categoria. Umberto Giardina, prima di venire da noi, nel 2000 ha contribuito allo storico bronzo a squadre ai Mondiali di Kuala Lumpur, e dopo di noi, nel 2008, è stato campione d’Italia assoluto, oltre ad aver centrato una marea di altri podi. Daniele Pinto si è messo al collo il bronzo nel doppio cadetti degli Europei Giovanili con Carlo Rossi nel 2014 e nel 2016 è stato oro a squadre juniores, con, tra gli altri, Gabriele Piciulin, e argento in doppio con Antonino Amato. In ambito nazionale Daniele ha collezionato una miriade di medaglie, le ultime delle quali sono state il bronzo assoluto e di seconda categoria nel 2019. Stesso discorso per Jordy Piccolin, che prima di giocare per noi era stato oro a squadre continentale juniores nel 2013. Simone Spinicchia, anche lui azzurro, nel 2005 e nel 2006 è stato argento e bronzo agli Assoluti, nel 2005 oro in seconda categoria e nel 2015 argento. Nel 2019 è stato campione di doppio di seconda con Francesco Lucesoli. Sono saliti sui podi giovanili e di categoria Alessandro Bertagna, Simone Bonamin, Laura Pastorino, Giambattista Casaschi, Daniele Sabatino, Eugenio Panzera, Debora Balboni, Manuela Daniele, Xu Yi Yan, Andrea Corazza, Francesco Bonfioli, Alessandro Pizzi e, più recentemente Jacopo e Giorgia Sulis, Federico Vallino Costassa, Andrea Giai, Alessio Amerio, Emma e Chiara Sereno Regis, Miriam Benedetta Carnovale, Stella Frisone, Teresa D’Ercole, Anastasia De Costanzo e Rebecca Fanizza. Fra i Veterani si segnalano Manuela Baderna, Xu Fang, Gianmaria Franceschini e Claudio Baiocchi».

Foto 5 Antonella Di Napoli campionessa italiana Juniores 3Capitolo a parte merita il settore paralimpico.

«Per un lungo periodo è stato coordinato da Patrizia Saccà, vincitrice del bronzo a squadre alle Paralimpiadi di Barcellona nel 1992, di due argenti e cinque bronzi europei e di un bronzo mondiale. Con lei sono cresciuti, fra l’altro, Elena Manzi, Francesco Baggio e Simone Stara, che sono stati anche protagonisti sul fronte internazionale. Il punto più alto per la società è stato raggiunto alle Paralimpiadi di Pechino 2008, con ben quattro atleti, Saccà, Salvatore Caci, Nicola Molitierno e Manfredi Paolo Baroncelli, in gara. Era andato vicino alla qualificazione Davide Scazzieri. Nella stagione 2011/2012 è stata tesserata per il TT Torino anche l’altra campionessa Michela Brunelli. Al momento non abbiamo agonisti e stiamo ripartendo da ragazzi alle prime armi, con l’obiettivo di ricreare un bel gruppo di praticanti».

Domenico, in questa stagione, dunque, quali squadre presenterete?

«Avremo la prima squadra maschile di A2, composta da Gabriele Piciulin, Federico Vallino Costassa, Antonio Giordano e Marcello Cardea, la B2, con Xu Fang, Andrea Giai, Stefano Fanizza e Stella Frisone, e la C1, con Giulio Olivero, Alessio Amerio, Riccardo Giaccaglia, Teresa D’Ercole e Anastasia De Costanzo. Le compagini nazionali femminili saranno in A2, con Miriam Benedetta Carnovale, Stella Frisone, Teresa D’Ercole e Anastasia De Costanzo, e in B, con Emma Sereno Regis, che ad anno in corso potrebbe passare in A2, Rebecca Fanizza, Marta Riva Rivot e Mara Dompè. Tecnicamente io mi occuperò delle due A2, Xu Fang seguirà la B2, Piermaria Demichelis la C1 e Matteo Vallino Costassa la B. Nei campionati regionali abbiamo iscritto due compagini in C2, due in D2 e due in D3».

Foto 6 La squadra di serie A1 2015 2016Quali sono i giovani più interessanti?

«Federico Vallino Costassa è il campione italiano Allievi e rappresenta uno dei migliori talenti italiani. Si allena con un’intensità, una voglia e una passione che sono esemplari. È un lavoratore instancabile. In A2 con lui giocherà, come detto, l’altro junior Antonio Giordano e sono molto contento del suo arrivo, perché l’ho visto crescere. Un altro giovane che ha vinto molto e su cui puntiamo è Andrea Giai. Il più piccolo del nostro primo gruppo del settore giovanile è l’Allievo Riccardo Giaccaglia e con lui stiamo lavorando molto sotto l’aspetto fisico. Nel settore femminile Emma Sereno Regis è la n. 1 della classifica nazionale Allieve. S’impegna con una serietà e un’attenzione che raramente ho riscontrato nella mia esperienza. Se continuerà con questo atteggiamento, avrà un futuro sportivo roseo. Fra le Juniores abbiamo un terzetto molto competitivo, formato da Miriam Benedetta Carnovale, Teresa D’Ercole e Anastasia De Costanzo. Se ai Campionati Italiani si giocheranno anche le competizioni a squadre, avremo una bella freccia al nostro arco».

Il TT Torino si è sempre disimpegnato bene anche sul fronte organizzativo. Quali sono state le principali manifestazioni ospitate?

«Ci sono stati parecchi eventi di alto profilo nazionale e internazionale, come il primo Top 12 Italiano (1994), l’incontro di Lega Europea Italia-Austria (1998), la finale di Lega Europea Italia-Germania (1999), i Campionati Italiani Assoluti (2000), la Lega Europea Italia-Russia (2000), la Lega Europea Italia-Svezia (2001), le amichevoli Italia-Cina (2002 e 2005), i Campionati Italiani Assoluti individuali e a squadre paralimpici (2004, 2006 e 2010), il Ping Pong Kids (2005), il match Italia-Belgio di qualificazione agli Europei femminili (2006), il Torneo Assoluto e Internazionale (2007, 2009-2010, 2011, 2012 e 2013) e i Campionati Italiani di categoria, Veterani e Paralimpici nel 2015».

Foto 7 Campioni dItalia a squadre Ragazzi 2018Che impianto avete in via Tempia?

«È la palestra della scuola elementare “Anna Frank”. In questo momento di emergenza sanitaria abbiamo allungato la settimana di allenamento, includendo anche il sabato. Facciamo i turni e il primo gruppo, costituito dagli Under 19 che disputano i campionati, si allena tutti i giorni dalle 16,30 alle 19 e il sabato svolge una doppia seduta, al mattino dalle 9,30 alle 12 e al pomeriggio dalle 16,30 alle 19. I tecnici responsabili siamo io, Xu Fang e Gabriele Piciulin. Il gruppo “Prime racchette”, con i bambini e i ragazzi che si avvicinano al tennistavolo, fa attività il martedì e il giovedì dalle 17 alle 19 ed è seguito da Manuela Baderna, Matteo Vallino Costassa e Piermaria Demichelis. Gli agonisti che partecipano ai campionati, esclusi i componenti del settore giovanile, sono in palestra il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 19 alle 21, sotto la guida mia, di Xu Fang e di Piciulin. Gli amatori, il martedì e il giovedì dalle 19 alle 21, sono affidati a me, a Xu Fang e a Enrico Scano. A occuparsi dei paralimpici, il lunedì e il mercoledì nel primo pomeriggio, è Mara Dompè. Antonella Di Napoli per un certo periodo ha svolto un ruolo prevalentemente dirigenziale e da quando sono arrivato mi sto impegnando per riportarla in palestra. Le sue capacità di tecnico, esibite in molteplici occasioni alla guida delle rappresentative regionali e in panchina con gli atleti della società, e anche di sparring, possono giovare in modo rilevante alla nostra causa».

Foto 8 Squadra di serie A1 femminile 2018 2019La società ha sempre lavorato nelle scuole, vero?

«Esiste una lunga tradizione, anche nell’ambito dei progetti federali “Racchette di Classe” e “Racchette in Classe”, che mi sono ripromesso di rinverdire. Quest’estate eravamo partiti alla grande e nel mese di luglio abbiamo svolto una bellissima esperienza, in collaborazione con il Centro Estivo della scuola che ci ospita. Abbiamo offerto a una ventina di ragazzi l’opportunità di provare il tennistavolo. Me ne sono occupato io, con il supporto delle ragazze del settore giovanile, Emma, Anastasia, Teresa e Rebecca. Avevamo intenzione di avviare un progetto con le classi della “Anna Frank”, ma il CODIV-19 ha temporaneamente bloccato tutto. Il proposito è di ripartire con l’attività promozionale non appena sarà possibile. Voglio assolutamente portare in palestra nuove leve appassionate del nostro sport, per garantire un ricambio generazionale. Al momento i nostri tesserati sono una settantina, con il settore giovanile che ammonta a una ventina di unità».

Come valuti l’opportunità del progetto Scuole di Tennistavolo in ottica TT Torino?

«Secondo me si tratta di un’iniziativa che ha una sua validità per tutte le realtà, ma in città grandi come Torino, nelle quali un giovane o un adulto che voglia avvicinarsi a una disciplina sportiva ha una grande quantità di opzioni, essere identificati come Scuola di Tennistavolo ed essere così visibili, grazie al Portale che è stato creato appositamente, è un vantaggio fondamentale. È ovvio che il percorso che le associazioni pongistiche hanno seguito ha fornito delle linee guida e dei suggerimenti, ma alcune lavoravano già prima del progetto come delle vere e proprie Scuole. Tutte dovranno ora impegnarsi al massimo, per porre in atto una serie di servizi che sia all’insegna della professionalità e all’altezza delle aspettative dei potenziali utenti che si rivolgano a loro. Ho Foto 9 Emma Sereno Regis Teresa DErcole e Anastasia De Costanzonotato che in passato l’accoglienza in palestra veniva vissuta come un dettaglio secondario ed era affidata al tecnico, al dirigente o al socio di turno, che aveva qualche momento libero per dedicarvisi. Da quest’anno a livello nazionale ci si è resi conto dell’importanza di questo aspetto, perché la prima impressione di una persona che per la prima volta metta il piede in palestra è determinante. Sono dunque molto contento che il TT Torino abbia deciso d’investire in questa direzione, introducendo persone nuove, empatiche e, appunto, accoglienti, che si dedichino a dare il benvenuto ai nuovi arrivati e a presentare loro l’attività nel modo più coinvolgente possibile».

Foto 1: la squadra di serie A1 2005-2006, capace di conquistare l’accesso ai primi plyoff scudetto, da sinistra Grigory Vlasov, Romualdo Manna, Simone Spinicchia, il tecnico Jiang Zilong e Zhao Rui Guang

Foto 2: lo staff tecnico del TT Torino, da sinistra Piermaria Demichelis, Xu Fang, Matteo Vallino Costassa, Gabriele Piciulin, Antonella Di Napoli, il direttore tecnico Domenico Colucci ed Entico Scano

Foto 3: la squadra paralimpica di Campionati Italiani del 2007, da sinistra Francesco Baggio, Nicola Molitierno, Patrizia Saccà, Elena Manzi e Salvatore Caci, in piedi Manfredi Paolo Baroncelli a fianco a Jiang Zilong

Foto 4: Nikoleta Stefanova e Laura Pastorino campionesse italiane di doppio juniores nel 2001

Foto 5: Antonella Di Napoli campionessa italiana nel singolare juniores nel 2004

Foto 6: la compagine di A1 2015/2016, da sinistra Daniele Pinto, Jiang Zilong, Jordy Piccolin e Nicholas Frigiolini

Foto 7: i campioni italiani Ragazzi a squadre 2018, da sinistra il tecnico Andrea Paiola, Alessio Amerio, Federico Vallino Costassa, Riccardo Giaccaglia e Andrea Giai

Foto 8: la compagine di A1 femminile 2018-2019, da sinistra Manuela Daniele, Martina Nino, il tecnico Di Napoli e Natalia Riabchenko

Foto 9: la n. 1 delle Allieve Emma Sereno Regis e le juniores Teresa D’Ercole e Anastasia De Costanzo

Data articolo: Thu, 14 Jan 2021 08:33:51 +0000
Attività Internazionale
Aggiornamento del Comitato Esecutivo ETTU sugli Europei a squadre

Logo ETTU 3Il Comitato Esecutivo della European Table Tennis Union ha considerato l'impatto della situazione d'instabilità legata al Covid-19 in tutta Europa sulla pianificazione dei gironi della prima fase dei Campionati Europei a squadre e ha ricevuto i riscontri da molte Associazioni dei Paesi membri negli ultimi giorni.

Tutte hanno menzionato le restrizioni di viaggio, le restrizioni di blocco e la difficoltà di organizzare allenamenti sufficienti prima delle partite.

Il Comitato ha dunque concordato quanto segue:

- posticipare i gruppi della serie C, che avrebbero dovuto giocare il ​​23 e il 24 gennaio, a una data successiva, in aprile o in maggio;

- posticipare i gruppi della serie B (che comprendono anche l’Italia maschile) a una data successiva, possibilmente a fine maggio;

- cancellare i gruppi della serie A. A questo proposito sono state ammesse le migliori 12 squadre secondo i risultati dei Campionati Europei di Nantes 2019 alla fase finale di Cluj Napoca. Le nazioni in questione sono in campo maschile, oltre a Romania (ospitante) e Germania (campione in carica), Portogallo, Svezia, Francia, Austria, Inghilterra, Slovenia, Polonia, Croazia, Russia, Bielorussia, Danimarca e Spagna e nel femminile, oltre a Romania (ospitante e campione uscente), Portogallo, Polonia, Ungheria, Germania, Ucraina, Francia, Olanda, Austria, Russia, Svezia, Lussemburgo e Repubblica Ceca;

- consentire alle restanti 6 squadre della serie A (Italia femminile compresa) di disputare la fase 2 dopo i Giochi Olimpici di Tokyo, in agosto o settembre.

Il Comitato esecutivo ritiene che il piano di cui sopra garantirà il mantenimento dell'integrità della competizione e che 24 squadre maschili e 24 femminili saranno accolte alla fase finale di Cluj Napoca a settembre.

ETTU lavorerà con le Associazioni nelle prossime settimane, per garantire che le date e le sistemazioni migliori siano trovate per i gironi delle serie C e B e le partite della Fase 2 della serie A. Un aggiornamento e un rapporto saranno forniti alla riunione straordinaria del Congresso di sabato 13 febbraio.

Data articolo: Wed, 13 Jan 2021 12:34:13 +0000
Attività Nazionale
Le scadenze delle iscrizioni e le indicazioni per l’accredito per i Campionati Assoluti

Logo CampAssoluti 2021 ok MIl primo evento agonistico individuale della stagione è ormai alle porte. I Campionati Italiani Individuali Assoluti femminili e maschili di singolare si disputeranno infatti al PalaTennistavolo “Aldo De Santis” di Terni da venerdì 29 a domenica 31 gennaio.  

Saranno un vero e proprio Test Event per una organizzazione nuova, più articolata e complessa, delle manifestazioni agonistiche di tennistavolo, non solamente per le esigenze imposte dai Protocolli Sanitari, ma anche per un approccio gestionale articolato e molto attento.

Entro la giornata di domani, giovedì 14 Gennaio 2021, alle ore 23,59, sarà possibile iscriversi alle gare.

Potranno dare la propria adesione gli atleti, tesserati alla FITeT entro il 10 Gennaio 2021, di prima categoria, con riferimento alle classifiche di inizio anno o con classifica tra la posizione n° 1 e la posizione n° 32 comprese delle classifiche in vigore l’ultimo giorno indicato per la scadenza delle iscrizioni.

Potranno inoltre iscriversi i primi classificati del precedente torneo (in svolgimento venerdì 29 gennaio) riservato ai pongisti italiani di seconda categoria: accederà alla rassegna tricolore un numero, con un massimo di 40 atleti, che verrà definito al termine delle iscrizioni ai Campionati Assoluti stessi.

Per il torneo di qualificazione, la data di scadenza prevista è il 21 gennaio 2021 e si ricorda che per atleti del Settore Giovanile, di ranking terza categoria, è possibile richiedere wild card inviando richiesta a settoreagonistico@fitet.org entro il 20 gennaio.

In fase di iscrizione telematica è necessario indicare per ciascun atleta aderente, il nome del Tecnico Sportivo, regolarmente tesserato, che sia intenzionato a partecipare e per ciascuna Associazione/Società Sportiva con atleti iscritti, il nome di un Dirigente.

Tali indicazioni, assolutamente indispensabili, permetteranno di redigere la lista delle persone accreditate a partecipare e quindi ad accedere all’impianto.

Tale elenco comprenderà quindi Atleti, Tecnici, Dirigenti regolarmente tesserati FITeT personale Staff Federale, Operatori Media e Incaricati pulizia e sanificazione.

Chi non avesse richiesto l’accredito non potrà essere ammesso all’impianto: ricordiamo infatti che gli Eventi Sportivi non possono ancora prevedere la presenza del pubblico.

Data articolo: Wed, 13 Jan 2021 07:59:43 +0000
Altre Notizie
Si è svolto il webinar sui protocolli COVID-19 per l’attività a squadre

Carlo Tranquilli webinar protocolli Covid 19Si è svolto, ieri sera, in diretta sulla piattaforma di VideoConferenza Zoom, il Webinar FITeT sui Protocolli COVID per la Gestione delle Attività agonistiche a Squadre, rivolto alle Associazioni e Società Sportive, in particolare a quelle iscritte ai Campionati Nazionali della stagione agonistica 2020-2021.

Evento cui hanno partecipato 240 persone, in rappresentanza di sodalizi di tutta Italia.

Il presidente federale Renato Di Napoli ha introdotto l’incontro: «Abbiamo voluto organizzare questo webinar per cercare di incontrare le esigenze che gli addetti ai lavori volessero esprimere in una fase di agognato “Return to Play”. Riprendiamo l’attività sportiva agonistica, pur fra le molte difficoltà, come abbiamo provato a ravviare le attività nella vita di tutti i giorni. La ripartenza è un impegno doveroso per dare un segnale di vitalità del nostro movimento. Ben consci di tutte le problematiche che le società stanno affrontando, per mancanza di strutture o in relazione alla salute delle persone, abbiamo riconosciuto una particolare flessibilità nella stesura e nella prossima applicazione dei Regolamenti. Chi non potrà garantire la propria partecipazione, rinunciando prima dell’avvio, avrà la possibilità di “congelare” il titolo sportivo e di ricominciare nella prossima stagione da dove ha dovuto interrompere. Qualora la rinuncia venisse comunicata a competizione già in corso, la ripartenza 2021/2022, avverrà dal campionato immediatamente inferiore. Abbiamo voluto consentire di “riavviare il motore” a tutti coloro che si sono impegnati continuando ad allenarsi, dopo che le competizioni sono rimaste ferme per quasi un anno. È un impegno che richiede “gioco di squadra”: noi tutti siamo chiamati a procedere, per quanto consentito, nel migliore modo possibile. Naturalmente dobbiamo adottare tutte le cautele del caso, conoscendo e applicando, in modo scrupoloso, tutti i protocolli di comportamento che questa sera cercheremo di chiarire in modo dettagliato. Abbiamo reso obbligatori i tamponi per le serie A1 maschile e femminile, garantendo un contributo forfettario alle società a titolo di rimborso per i costi sostenuti, attraverso dei criteri che verranno stabiliti in occasione del prossimo Consiglio Federale. Riconosceremo un contributo anche a tutte le associazioni degli altri campionati che vogliano adottare analogo provvedimento. La nostra attenzione deve essere orientata a tutti i protagonisti siano essi Atleti, Ufficiali di Gara o Dirigenti».

Il segretario generale della FITeT, Giuseppe Marino, che ha moderato l’evento, ha esaminato le caratteristiche dei Protocolli Covid-19 emessi dalla FITeT, passando di volta in volta la parola, per gli approfondimenti, al Prof. Carlo Tranquilli (nella foto), presidente della Commissione Medica Federale.

«I test antigenici, che sono stati resi obbligatori, - ha spiegato il medico - possono essere effettuati in qualsiasi struttura pubblica o privata ed è opportuno affidarsi a strutture serie che svolgano test di qualità. Lo screening acquista valore e senso se i controlli verranno svolti con continuità. Oltre ai tamponi, non devono però mai essere dimenticati i comportamenti responsabili, ovvero il distanziamento sociale e l’obbligo d’indossare la mascherina in qualsiasi momento, tranne soltanto quando si giochi. Opportuno è il confronto con un medico, non potendo gravare sul presidente societario la gestione di un aspetto così delicato. È infatti necessario che i test siano letti e interpretati da una persona esperta».

Per quanto riguarda la riammissione all’attività di atleti che abbiano contratto il Covid, Tranquilli ha ricordato che «nelle persone contagiate, anche con sintomi non così rilevanti, può permanere una certa stanchezza, che può essere indicatore di effetti collaterali (opportuno un controllo cardiologico). Non può dunque essere ripresa l’attività sportiva prima che siano trascorsi 30 giorni da quando sia avvenuta la guarigione dal virus. Non basta, quindi, che il tampone sia risultato negativo. Il certificato di idoneità, anche se ancora valido, è temporaneamente sospeso, perché l’insorgere della malattia lo rende tale. Prima di tornare a fare sport, gli atleti dovranno dunque essere dunque sottoposti a una serie di esami, che saranno decisi dal medico dello sport che ha concesso l’idoneità. Il presidente della società sarà obbligato ad acquisire gli accertamenti prima di rimettere l’atleta in campo. L’idoneità e/o la Certificazione “Return to play”, è bene ricordarlo, è conditio sine qua non affinché l’atleta possa essere tesserato, anche se si tratti di straniero non residente in Italia. In assenza di tale documentazione, il presidente societario e l’atleta commettono un illecito».

Esaurito l’esame dei Protocolli, il Prof. Tranquilli è rimasto a disposizione, per rispondere a tutti i quesiti sollevati dai dirigenti societari collegati. Con lui hanno contribuito a offrire chiarimenti, per gli argomenti di loro competenza, anche Carlo Borella, vicepresidente vicario e referente del Consiglio Federale per l’Attività a Squadre, Elio Corrado, Presidente della Commissione Nazionale Gare a Squadre, Mario Re Fraschini, Presidente della Commissione Nazionali Arbitrale, e il direttore tecnico Matteo Quarantelli.

Numerosissimi interventi hanno permesso di riesaminare punto per punto i Protocolli e le procedure organizzative che coinvolgono l’organizzazione e lo svolgimento degli eventi, trasferimenti compresi.

In chiusura, dopo circa due ore di confronto, il presidente Di Napoli ha ringraziato «tutti gli intervenuti per la collaborazione, l’impegno e l’interesse dimostrato nei confronti dei temi esaminati, invitando coloro che avessero ancora dei dubbi, di sottoporli agli Uffici Federali o alla Commissione Nazionale Gare a Squadre».

Il webinar è stato registrato e rimarrà a disposizione di chiunque voglia seguirlo, sul canale YouTube della FITeT.

Data articolo: Tue, 12 Jan 2021 08:05:18 +0000


Tutte le notizie di tutti gli sport escluso il calcio

News generaliste che accomunano sport diversi

News C.O.N.I. News video da gazzetta.it RAI SPORT in diretta

Atletica leggera

News Atletica da FIDAL Video di Atletica da FIDAL News Atletica da atleticanotizie.myblog.it Video IAAF Diamond League

Ciclismo

Ciclismo da Federciclismo Ciclismo su strada da Federciclismo Mountainbike da Federciclismo Ciclismo su pista da Federciclismo

news nuoto, tuffi e pallanuoto

News da Federnuoto Tutti i record di nuoto da Federnuoto

news basket

News esclusive da basketissimo.com News basket da basketissimo.com Nazionale basket da basketissimo.com Le altre nazionali di basket da basketissimo.com Basket Champions FIBA da basketissimo.com News basket serie A da basketissimo.com News basket Serie A2 da besketissimo.com

news volley

News volley da volleyball.it Campionati volley da volleyball.it Coppe europee volley da volleyball.it Serie A donne volley da volleyball.it

news automobilismo, motori, motociclismo

News Motociclismo da moto.it News motori News motociclismo News Passione Motori News Formula 1

news tennis

News Tennis livetennis.it News Tennis supertennis.tv News da internazionibnlditalia.it

Lotta, judo, karate, arti marziali

News da FIJLKAM News judo da FIJLKAM News karate da FIJLKAM News lotta da FIJLKAM News arti marziali da FIJLKAM

Sport invernali

News sport invernali da gazzetta.it News sport del ghiaccio

news ginnatica e vela

News ginnasticaartistica
italiana.it
News Federginnastica News da Federvela News vela da assovela.it

news dalle federazioni

News da Federcanoa News da Federcanottaggio News Feder Triathlon News Federclimb News Federdanza News Federtennis da tavolo News da FIBS News Feder Badminton News Federpesistica News Taekwondo News equitazione da FISE News da FIDS Sicilia Pentathlon moderno da FIPM News Handball da FIGH News da Federscherma News Federazione italiana paraolimpici News Federugby Per gli amanti delle action figures