Coronavirus in Italia e nel mondo

NEWS - lavoro - NEWS - ricerca lavoro - NEWS pensioni


Comunicati stampa da cisl.it

#lavoro #sindacato #comunicati #stampa #cisl.it

Comunicati stampa
Governo. Furlan: “Subito un’intesa forte per cambiare gli attuali ammortizzatori sociali e far partire le politiche attive del lavoro”

15 gennaio 2021 - “Abbiamo espresso questa mattina in un incontro con la ministra Catalfo la nostra preoccupazione perché marzo è molto vicino , gli ammortizzatori sociali non sono ancora stati cambiati, le politiche del lavoro non sono ancora politiche attive per il lavoro così come era necessario e purtroppo il protrarsi dello stato di emergenza della pandemia è lo specchio di un Paese ancora purtroppo sotto il virus con tutto quello che ne comporta”. Così la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan ai microfoni di SkyTG24, sulla attuale situazione del Paese.

“Chiediamo una proroga della cassa covid e per il blocco dei licenziamenti “ ha detto spiegando di aver ribadito alla ministra la necessità di “realizzare da subito un’intesa forte per cambiare gli attuali ammortizzatori sociali e far partire le politiche attive del lavoro. Quelle messe in campo attualmente -ha osservato - “non hanno dato assolutamente risultati, come previsto”. “Non bastano le assunzioni dei navigator, tra l’altro assunti come precari, se non si cambia il metodo e lo strumento delle politiche. Far incontrare domanda e offerta significa avere conoscenza di alcune cose” ha precisato ricordando l’importanza dei bisogni formativi dei lavoratori e delle lavoratrici, in modo particolare di chi perde il lavoro e la mancanza di un dialogo sul territorio tra impresa territorio e formazione. Per la leader della Cisl pertanto “è necessario, non un piccolo ritocco, ma mettere finalmente in campo le politiche attive del lavoro con uno sguardo assolutamente attento alla formazione sia per chi perde il lavoro e per chi ha bisogno di un sostegno formativo per cambiare la propria professionalità”.

Quanto ai fondi stanziati in questa fase pandemica : “la finanziaria – ha ricordato Furlan – aveva stanziato 500 milioni assolutamente inadeguati , ora abbiamo la carta del Recovery che sarà fondamentale rispetto a questo ma per mettere in piedi in modo davvero forte politiche attive per il lavoro ci vuole competenza, strutture, sistemi formativi e tanta tanta professionalità che io credo si possa ottener non solo con un rafforzamento fortissimo dei centri pubblici per l’impiego anche attraverso le assunzioni, ma con una interazione tra pubblico e privato che è assolutamente necessaria”.

Un commento circa le dichiarazioni del Presidente di Confindustria Bonomi sull’Esecutivo che non ha ascoltato le parti sociali sulle risorse del recovery: “E’ la realtà – ha osservato - , è da mesi che chiediamo al governo di aprire un tavolo di confronto sulle risorse non solo con i sindacati ma con tutte le parti sociali. Come Cisl Cgil e Uil ci siamo mobilitati attraverso una manifestazione nazionale a luglio e a settembre abbiamo fatto tante iniziative e tante manifestazioni in tutte le regioni. Ad oggi non abbiamo mai avuto un incontro su questo tema. Credo che questo debba essere immediatamente recuperato “ ha - concluso

Data articolo: Fri, 15 Jan 2021 17:46:50 +0100
Comunicati stampa
Lavoro. Sbarra: "Incontro con Ministero del Lavoro positivo, prorogare il blocco dei licenziamenti, rilanciare protezione sociale, formazione e politiche attive"

Sbarra incontro catalfoRoma, 15 gennaio- "Un incontro positivo anche se ancora interlocutorio e che proseguira’ nei prossimi giorni , in cui la Cisl ha ribadito l’esigenza di intervenire subito sull’agenda-lavoro, inserendo già nel Decreto Ristori 5 la proroga non selettiva del blocco dei licenziamenti, come pure delle indennità e della Cassa Covid. Serve poi un piano di formazione e crescita delle competenze che coinvolga lavoratori e percettori di misure di protezione sociale, una riforma degli ammortizzatori sociali a regime nel segno della semplificazione, della solidarietà, della universalità e la costruzione di una solida rete di politiche attive". Così Luigi Sbarra, Segretario generale aggiunto Cisl, dopo l'incontro in teleconferenza con la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo. "Le condizioni sanitarie, economiche e sociali del Paese sono ancora critiche, tanto da aver convinto il Governo a prolungare lo stato di emergenza - aggiunge -. In questo scenario è impensabile archiviare gli strumenti di protezione attivati in questi mesi. Occorre confermarli e rafforzarli, estendendo per esempio le indennità a tutte le categorie ingiustamente escluse, come braccianti agricoli, colf e badanti, somministrati, collaboratori autonomi. Allo stesso modo occorre rilanciare e potenziare DisColl e Naspi, prevedendo per quest’ultima 36 mesi di copertura senza decalage. C’è da mettere in campo un piano nazionale sulle competenze che coinvolga anche i Neet, le persone in cassa integrazione, i disoccupati, dando maggiore affidamento alla contrattazione e ai fondi interprofessionali". Fondamentale per il sindacalista è "l’ammodernamento degli ammortizzatori, che vanno semplificati e resi davvero universali, prevedendo forme di tutela per le categorie rimaste escluse, con garanzie anche per lavoratori delle micro imprese sotto i 6 dipendenti attraverso soluzioni mutualistiche e assicurative proporzionate alla dimensione dell’azienda. Il sistema di protezione passiva va connessa in modo organico a una solida infrastruttura di politiche attive collegata alle risorse europee del Recovery Plan, al Fondo Nuove Competenze, alle risorse del Piano Sure, che deve essere rifinanziato. Servono progetti che non lascino mai le persone prive di formazione, orientamento, reddito". Bisogna poi "potenziare i Centri per l’impiego, rilanciare il ruolo di Anpal e coinvolgere la fitta rete sussidiaria delle Agenzie per il lavoro e della bilateralità contrattuale. Va data continuità all’assegno di ricollocazione per le persone in Naspi e in cassa integrazione, evitando dispersione delle risorse e sovrapposizioni con strumenti di nuovo conio, come la Garanzia Occupabilità Lavoratori"."Per dare continuità ed equità al cambiamento occorre coinvolgere le Parti sociali e lavorare insieme a un Patto Sociale che dia prospettiva alla crescita e allo sviluppo, sbloccando gli investimenti e creando le condizioni di ripartenza economica necessarie per superare questa delicata transizione. Serve coesione politica e sociale, con il coinvolgimento stabile del mondo del lavoro e dell’impresa secondo una impostazione davvero concertativa", conclude Sbarra.

Data articolo: Fri, 15 Jan 2021 14:02:38 +0100
Comunicati stampa
Governo. Furlan oggi alle 16.45 in diretta a SkyTG24
Roma, 15 gennaio 2021 - Oggi, 15 gennaio, la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, dalle 16.45 alle 16.55, interverrà a SkyTG24 sulla crisi politica e le conseguenze economiche e sociali. 
Data articolo: Fri, 15 Jan 2021 11:47:39 +0100
Comunicati stampa
Lavoro. Colombini: "Positiva ratifica definitiva Convenzione e Raccomandazione ILO in tema di violenza e molestie"

Roma, 14 gennaio 2021 -“Positiva la ratifica definitiva da parte del Senato, in merito alla Convenzione e Raccomandazione ILO, in tema di violenza e molestie nei luoghi di lavoro”. Lo dichiara in una nota il Segretario Confederale della Cisl, Angelo Colombini.
“La tolleranza zero, invocata dalla Convenzione OIL, nei confronti della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro- sottolinea Colombini- da oggi richiede una responsabilità condivisa del Parlamento impegnato nel varare le disposizioni normative attuative, delle parti sociali e delle istituzioni, sui vari livelli, che non dovranno far mancare il loro contributo fondamentale. Anche se nel nostro ordinamento non mancano le tutele adeguate per garantire un’ efficace azione di contrasto alle violenze e molestie in occasione di lavoro, la ratifica da parte dell’Italia dei due documenti internazionali, non solo ne rafforza il rilievo a livello mondiale, ma ne consolida le misure, superando qualsiasi limite alle più ampie garanzie di tutela per tutti gli occupati. La positiva e responsabile decisione del Parlamento italiano conferma come la “cultura del lavoro debba basarsi sul rispetto reciproco e sulla dignità dell’essere umano e che gli atti di violenza e le molestie sul lavoro sono incompatibili con lo sviluppo delle imprese ed hanno un impatto negativo sull’organizzazione del lavoro e sulla produttività”. “La ratifica- conclude Colombini- attuata in questo difficile momento del nostro mondo del lavoro, potrà offrire un aiuto importante, non solo per le potenziali vittime, ma nel più ampio percorso di ripartenza”.

Data articolo: Thu, 14 Jan 2021 09:03:15 +0100
Comunicati stampa
Governo. Furlan: "Distanza siderale tra il mondo reale e dibattito della politica"
Roma, 13 gennaio 2021 - “C’è una distanza siderale tra il mondo reale ed il dibattito della politica. Ogni giorno ci sono centinaia di persone che purtroppo muoiono nei nostri ospedali, c’è una bomba sociale che rischia di esplodere, ma non vediamo quella necessaria politica di concertazione, quella necessaria coesione sociale, come avvenne negli anni novanta, che invece servirebbe più che mai oggi al Paese”.  È quanto sottolinea in una intervista a Famiglia Cristiana.it la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan.
Se il Governo avesse scelto la strada della concertazione e di un patto sociale, fin dal varo della Legge di Bilancio, probabilmente non ci troveremmo in questa condizione di confusione e di instabilità ed avremmo evitato gli errori che sono stati commessi in molti provvedimenti dell' Esecutivo: penso per esempio alla questione delle risorse insufficienti per il rinnovo dei contratti pubblici o alla mancanza di assunzioni stabili di personale nella sanità” , sottolinea la Furlan.
“Siamo in una condizione di sostanziale immobilismo nella selezione delle priorità e dei progetti concreti su cui bisogna oggi puntare. Una condizione che il Paese non può permettersi oggi vista la catastrofe che stiamo vivendo. Non possiamo sprecare l’occasione storica del piano europeo per la crescita. È una inversione di rotta decisiva rispetto agli anni di rigore economico che abbiamo vissuto nell’ultimo decennio. Ma siamo in grave ritardo”, aggiunge la leader Cisl. 
“Io penso che tocchi alle forze politiche fare chiarezza e sciogliere i nodi della guida del Paese, con senso di responsabilità e soprattutto con rapidità di scelte, come saggiamente ha ripetuto il nostro Presidente della Repubblica Mattarella che rimane per tutti gli italiani un punto di riferimento costante ed una delle poche voci limpide e coerenti nella confusione che regna”.
Data articolo: Wed, 13 Jan 2021 17:06:40 +0100
Comunicati stampa
Ambiente. Colombini: "Ripristino ecosistemi e aumento biodiversità possono aiutare nella lotta ai cambiamenti climatici"
 
 
11 gennaio 2021- “Il ripristino di ecosistemi che garantiscano la biodiversità è una questione centrale nei processi di difesa e miglioramento ambientale”. Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Angelo Colombini. “La sottolineatura che ne ha fatto il Presidente Conte in occasione dell’evento Onu "One Planet Summit for Biodiversity" - sottolinea Colombini- fa il paio con l’avvio della consultazione pubblica lanciata dalla Commissione Europea sull'elaborazione di obiettivi giuridicamente vincolanti per il ripristino della natura a favore dell’incremento della biodiversità, in linea con il Green Deal europeo. Il ripristino degli ecosistemi e l’aumento o almeno la non perdita della biodiversità possono aiutare molto nella lotta ai cambiamenti climatici sia in termini di mitigazione che di adattamento. Sono temi importanti anche per il mondo del lavoro, perché se le indicazioni politiche si trasformano, come auspichiamo, in azioniconcrete, vuol dire prevedere investimenti dalla difesa del territorio fino alle competenze qualitative delle persone. Il ripristino degli ecosistemi va realizzato con azioni di carattere trasversale tra i diversi settori produttivi poiché la loro riuscita impatterà sotto molteplici aspetti, da quello ambientale in senso stretto alla disponibilità di risorse naturali di qualità, dall’acqua alla vegetazione, dalla pesca al turismo di qualità, fino al benessere di tutti. Vanno definiti specifici piani con il coinvolgimento dei soggetti presenti nei territori oggetto delle iniziative di ripristino, a cominciare naturalmente dai lavoratori, artefici delle attività e, nello stesso tempo, fruitori dei risultati”. “L’Italia - conclude Colombini- seguendo le indicazioni della Strategia europea, emanata negli scorsi mesi, deve raggiungere risultati concreti e verificabili anche al fine di rafforzare il suo ruolo di co-organizzatrice della prossima Cop26 e valorizzare lapresidenza del G20”.

 


Data articolo: Mon, 11 Jan 2021 16:59:12 +0100
Comunicati stampa
Scuola. Furlan: "Studenti fanno bene a farsi sentire. Azzolina non scarichi su altri la mancanza di interventi per consentire riapertura in sicurezza"
11 gennaio 2021 - “Gli studenti italiani fanno bene a farsi sentire perché la scuola è il futuro del paese. Noi siamo con loro. La Ministra Azzolina si assuma le sue responsabilità e non scarichi ancora una volta su altri la mancanza di interventi concreti e di soluzioni per consentire la riapertura di tutte le scuole in sicurezza”. Lo scrive su twitter la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, sul tema della riapertura in presenza delle scuole.
Data articolo: Mon, 11 Jan 2021 14:29:10 +0100
Comunicati stampa
Stellantis. Furlan: "Una opportunità di crescita per il Paese ma ora serve partecipazione dei lavoratori"
 
 
9 gennaio 2021 - “La nascita di Stellantis attraverso la fusione tra Fca ed il gruppo Psa è indubbiamente una svolta positiva per l'economia europea e per il nostro sistema industriale. È evidente che questa alleanza rappresenta una opportunità di crescita importante per il nostro Paese che si deve tradurre in più investimenti, innovazione, ricerca, formazione, rilancio dell'occupazione”. È quanto sottolinea oggi la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, in un intervento su “Il Messaggero”. “Farsi “costruttori” del Paese, come ci ha indicato il nostro Presidente della Repubblica, significa soprattutto sostenere gli investimenti delle aziende, lavorare tutti insieme per creare condizioni di lavoro per i giovani e di sviluppo del territorio. Stellantis deve servire a questo: non solo a distribuire utili e dividendi ai vari azionisti. Occorre una visione più ampia, sostenuta da scelte strategiche chiare e condivise con il sindacato, anchea livello globale”. La Furlan aggiunge che
“purtroppo, va sottolineata la mancanza di protagonismo finora da parte del Governo italiano. Non è sufficiente solo complimentarsi per le operazioni finanziarie. Il compito di un Governo è anche quello di saper fare “sistema”, di favorire ed indirizzare i processi di investimento, garantire le infrastrutture materiali ed immateriali, coinvolgere imprese e sindacati in un nuovo modello di sviluppo per sostenere la competitività delle nostre aziende, l’innovazione, la tutela delle produzioni di eccellenza e dei posti di lavoro, la formazione delle nuove competenze digitali, la qualità del sistema manifatturiero. Nulla di questo avviene in maniera strutturale da tempo in Italia. In tal senso il Recovery Fund può essere una opportunità importante, se si uscirà nei prossimi giorni dalla diatribe politiche e si aprirà, come noi auspichiamo, un vero confronto sul piano del Governo e sulle priorità che anche la Cisl ha indicato con chiarezza al Paese”. La leader dellaCisl rilancia anche il tema della partecipazione dei lavoratori. “Non è rivendicando la presenza dello Stato nel capitale delle aziende che si può tutelare l’occupazione. Va detto che, purtroppo, Fca non ha mantenuto la promessa di far indicare anche ai lavoratori italiani un membro nella “governance” della nuova azienda. È stato un errore, una occasione perduta per modernizzare il nostro modello capitalistico. Speriamo che si possa rimediare a questa lacuna con un accordo nei prossimi mesi. La partecipazione é la strada per alzare la produttività, la qualità dei prodotti ed i salari, controllare le scelte del management, accantonando l’antagonismo sterile, per un nuovo incontro tra capitale e lavoro, come ci indica anche la nuova enciclica di Papa Francesco”.


Data articolo: Sat, 09 Jan 2021 14:28:26 +0100
Comunicati stampa
Lavoro. Sbarra: "Il Governo ha lasciato indietro precari, atipici e lavoratori autonomi. Estendere subito le protezioni sociali"

8 gennaio 2021 - “Il Covid non è stato una livella, non ha aggredito tutti allo stesso modo, ha colpito le fasce più deboli del mercato del lavoro. In questo contesto, il Governo da aprile ha lasciato senza sostegno al reddito decine di migliaia di lavoratori precari, somministrati e autonomi. Altro che non lasciare indietro nessuno: si è prodotto un vuoto che ha creato situazioni sociali drammatiche, e che purtroppo rileviamo anche in Legge di Bilancio”. Lo ha detto Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto Cisl, intervenendo a un’iniziativa unitaria di Felsa, Nidil e Uiltemp sul lavoro autonomo. “La Cisl - ha aggiunto - chiede al Governo di raddrizzare subito questa stortura, estendendo le indennità Covid ai CoCoCo e partite iva iscritte alla gestione separata, collaborazioni occasionali , a tutti gli stagionali somministrati, a braccianti agricoli, colf e badanti. Questo è il momento della coesione: frammentare ulteriormente il mondo del lavoro è l’ultima cosa che serve al Paese. Di fronte ai numeri allarmanti dell’economia, all’andamento della curva epidemica e alla debolezza degli strumenti di protezione attiva e passiva del lavoro, bisogna mettere subito mano a nuove misure di garanzia sociale che diano certezze a tutti i lavoratori. “Naspi e Discoll - sottolinea ancora Sbarra - devono essere prorogati a tutto il 2021 e potenziati, con l’eliminazione del decalage. Allo stesso modo bisogna confermare per tutto l’anno la Cassa e i Bonus Covid, come pure lo stop ai licenziamenti. Occorre poi abbandonare strutturalmente i vincoli del Decreto dignità sui contratti a tempo determinato , ammodernare , semplificare e rendere universale la rete degli ammortizzatori ordinari, connettendola ad un sistema di politiche attive solido e integrato e a un Piano Competenze che metta formazione e riqualificazione in cima alle priorità. Sarà nostra cura avanzare queste richieste alla ministra Catalfo all’incontro del 15 gennaio. Tutto ciò richiede coesione sociale, c’è un Progetto Paese da costruire insieme recuperando una visione lunga e aprendo una nuova stagione di concertazione”.

Data articolo: Fri, 08 Jan 2021 17:34:09 +0100
Comunicati stampa
Covid. Furlan: "D’accordo con proposta Casasco. Occorrono protocolli a favore della vaccinazione in tutti i luoghi di lavoro privati e pubblici"

8 gennaio 2021 - “Siamo d’accordo con la proposta del Presidente di Confapi, Casasco, per un impegno comune delle parti sociali a favore della vaccinazione. Occorre stipulare con urgenza dei protocolli tra le associazioni d’imprese e le organizzazioni sindacali per fare fronte a questo straordinario impegno per tutelare la salute di tutti i lavoratori e garantire nello stesso tempo la produzione. Lo stesso va fatto anche nel settore pubblico ed in tutti gli ambiti lavorativi. La battaglia contro il covid si vince solo insieme, con una collaborazione tra tutti i soggetti sociali ed istituzionali”. Lo dichiara la Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan.

Data articolo: Fri, 08 Jan 2021 13:52:26 +0100
Comunicati stampa
Rifiuti nucleari. Cisl: "Asset industriale da non sottovalutare né tantomeno demonizzare. Ma coinvolgere nelle scelta del sito regioni e parti sociali"
Roma, 8 gennaio 2021 - "La pubblicazione della Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI) ad ospitare il Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi ed il relativo Parco Tecnologico e’ un fatto  di particolare importanza che apre ora una fase molto delicata di concertazione pubblica, coinvolgendo tutti i soggetti, a partire dalle organizzazioni sindacali a livello regionale”. Lo dichiarano in una nota congiunta il Segretario confederale della Cisl, Andrea Cuccello ed il Segretario generale della Flaei Cisl, Salvatore Mancuso. “Bisognerà determinare il luogo dove verrà costruito il Deposito Nazionale per mettere definitivamente in sicurezza i rifiuti radioattivi di bassa e molto bassa attività, oggi presenti in decine di depositi temporanei dislocati sul territorio nazionale (sia rivenienti da siti nucleari sia quelli prodotti quotidianamente nelle varie attività nazionali di industria, ricerca e sanità), mentre il Parco Tecnologico offrirà la possibilità, tra le altre cose, di sviluppare la ricerca e l’innovazione nei settori del “decommissioning” di impianti nucleari e della gestione dei rifiuti nucleari. Ricordiamo che la Commissione Europea ha aperto una procedura di infrazione ai danni dell’Italia, per la mancata consegna del Programma nazionale di gestione delle scorie radioattive e del combustibile nucleare esaurito. Presidiare questa importante tematica, può rappresentare una grande opportunità di crescita per lo sviluppo di  imprese italiane e per i livelli occupazionali che potrebbero generare, financo in particolare per l’area eventualmente individuata. In questi anni sono state svolte attività tese a mettere in sicurezza i siti rimuovendo i componenti più pericolosi con maggiore radioattività, ad esempio inviando il combustibile al riprocessamento ed i fusti, contenenti materiale radioattivo, ad un processo di supercompattazione od incenerimento con successiva cementazione per ottenere una conformazione stabile. Non sempre è stato facile operare, per svariati motivi, a volte dovuti a problematiche esterne alla società ed a volte dovute a carenze interne (organizzative o strutturali). L’ipotesi avanzata dalla Sogin ha bisogno non di levate di scudi e demonizzazione del problema, ma di un confronto largo, serio, approfondito e fecondo fra Stato, Regioni, amministratori locali, imprese, parti sociali e cittadini attraverso una comunicazione trasparente, tempestiva ed esaustiva, sulle garanzie legate alla sicurezza delle persone ed alla salvaguardia dell’ambiente. Si stima che la costruzione del Deposito Nazionale e del relativo Parco Tecnologico comporterà la creazione di 4000 posti di lavoro mentre, durante la fase di esercizio, sono previsti un migliaio di figure professionali addette. Queste sono le condizioni principali per acquisire attraverso il consenso informato e consapevole  un percorso definito, con tempi prefissati, che non si concluda però, con un nulla di fatto come avvenuto sino ad oggi. La Cisl è convinta che questa opportunità possa creare una filiera nazionale di matrice industriale, in grado di sfruttare al meglio le opportunità legate allo smaltimento delle scorie nucleari (decommissioning) degli impianti presenti sul territorio italiano, consentendo inoltre opportunità di sviluppo ed innovazione per l’intero paese".
Data articolo: Fri, 08 Jan 2021 09:15:32 +0100
Comunicati stampa
Covid. Ganga: "Riorganizzare la rete dei servizi e superare le disuguaglianze tra i territori su cura salute dei cittadini"
Roma, 7 gennaio 2021 - "E' il momento di agire per rilanciare il sistema di welfare nelle sue componenti sanitaria, sociosanitaria e socioassistenziale, in cui il territorio deve essere centrale ed il criterio dell'eccellenza deve interessare tutti i settori. La riorganizzazione della rete dei servizi deve essere focalizzata sul distretto sociosanitario e deve essere prioritario il superamento delle forti disuguaglianze di salute tra i territori". Lo ha detto il Segretario confederale della Cisl, Ignazio Ganga, in audizione in commissione Sanità del Senato sul potenziamento e sulla riqualificazione della medicina territoriale nell'epoca post Covid. "Il Covid- ha proseguito Ganga- ha colpito il Paese nel momento in cui il Servizio sanitario nazionale si trovava in condizioni di massima debolezza, un sistema che ha ridotto all'osso la sua capacità di risposta. Malgrado tutto è stato messo in evidenza il grande valore della sanità pubblica, apparsa a tutti come patrimonio da potenziare e salvaguardare". "Il capitolo della tutela del diritto alla salute- ha concluso Ganga- deve diventare per il Paese una questione prioritaria, non disperdendo la memoria dell'anno passato".
Data articolo: Thu, 07 Jan 2021 15:43:28 +0100
Comunicati stampa
Usa. Furlan: "Proclamazione Biden ed Harris segnale positivo di reazione della democrazia"

7 gennaio 2021 - “La democrazia americana è stata ferita ma non si è piegata ed ha reagito: la proclamazione oggi di Joe Biden e Kamala Harris, a cui vanno i nostri auguri, è il segnale positivo che i valori della libertà e del rispetto dei diritti rimangono una priorità negli Stati Uniti e nel mondo”. Lo scrive su twitter la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan.

Data articolo: Thu, 07 Jan 2021 13:11:42 +0100
Comunicati stampa
America. Furlan: "Sconcertante ed avvilente per i cittadini americani, quanto sta avvenendo a Washington"

7 Gennaio 2021 -  “Quello che sta avvenendo a Washington è sconcertante e avvilente per i cittadini americani e per la storia di un grande paese culla di democrazia e civilta’. Il rispetto del voto e’ un principio alla base di ogni comunita’ libera e democratica”. Lo scrive su twitter la Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan.

6 gennaio 2021

Data articolo: Thu, 07 Jan 2021 08:06:36 +0100
Comunicati stampa
Piersanti Mattarella. Furlan: "Era l’uomo del dialogo sociale. Non c’è sviluppo senza legalità, moralità e trasparenza"
6 gennaio 2021 - “41 anni fa l’assassinio di Piersanti Mattarella, un vero riformista, un autentico innovatore della politica. L’uomo del dialogo sociale che voleva una Sicilia con le carte in regola. Non c’è sviluppo senza legalità, moralità e trasparenza nella politica e nella Amministrazione pubblica”. Lo scrive su twitter la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, ricordando la figura di Piersanti Mattarella assassinato dalla mafia quarantuno anni fa.
Data articolo: Wed, 06 Jan 2021 10:08:46 +0100

Le notizie sul lavoro, ricerca lavoro e pensioni

Offerte lavoro, concorsi, bandi

Offerte lavoro su Adecco Offerte lavoro su trovilavoro.it Offerte lavoro su sordelli.net Annunci offerte lavoro da repubblica.it News lavoro da livesicilia.it Offerte lavoro da cercolavoro.com News offerte lavoro professionearchitetto.it Concorsi presso Corpo VV. Fuoco News offerte lavoro cliclavoro.gov.it News cliclavoro.gov.it News concorsi pubblici da CGIL News lavoro concorsi.it Offerte lavoro da infojobs.it News da biancolavoro.it News da informagiovaniroma.it

Notizie da INPS e notizie sulla Pubblica Amministrazione

News INPS Ultimi Video INPS youtube Video tutor INPS youtube News per gli amanti delle action figures News raggiungere età pensione News sul lavoro da dati.gov.it News Ministero lavoro e politiche sociali News concorsi Ministero Giustizia News formez.it(Governo)

Aspetti normativi del lavoro per imprese: diritto, previdenza, sicurezza

News da Agronotizie Sicurezza sul lavoro da sicurezza.it News da lavorofisco.it Diritto lavoro da Studio Cataldi

I sindacati

News primo piano da cisl.it Notizie da cisl.it Comunicati stampa da cisl.it Scioperi e vertenze (CGIL) Salute e sicurezza nel lavoro (CGIL) Contratti e accordi (CGIL) News interventi sul territorio (CGIL) News welfare e previdenza CGIL Tutte le notizie da CGIL News per gli amanti delle action figures