NEWS Calcio: Lega Pro - Serie D - Dilettanti - Donne e Calcio a 5

News calcio donne da calciodonne.it

#Calciodonne #NewsCalciodonne #Calciofemminile

calciodonne.it - tutte le news

Il Chieti Calcio Femminile vince e torna capolista in compagnia del Palermo

Il Chieti Calcio Femminile vince con il Crotone 2-0 allo Stadio Comunale Baffa di Cotronei, mantiene l’imbattibilità e torna in vetta al Campionato.
La classifica cambia infatti volto: prime le neroverdi con il Palermo (vittorioso a Trani) a quota 31 punti, segue la Res Women (sconfitta in casa dalla Ternana) a 29.
Il Chieti segna un gol per tempo grazie a due autentiche magie di Giulia Di Camillo e Marija Vukcevic e conquista così un successo importantissimo.


Non è stata una partita facile. Il Crotone, fanalino di coda del Girone con un solo punto, ha venduto cara la pelle, ma si è dovuto arrendere al maggior tasso tecnico delle avversarie.
Mister Lello Di Camillo lascia in panchina l’acciaccata Stivaletta e manda in campo dal primo minuto Carnevale.
La cronaca si apre con un tiro dalla distanza di Giulia Di Camillo al 4' ben bloccato da Zangari.
Al 14' Vukcevic mette in movimento Galluccio che tira in diagonale, ma il pallone si spegne debolmente fra le braccia di Zangari.
Un minuto dopo Esposito fa filtrare un bel pallone verso l’area del Crotone, Zangari esce a valanga e sventa l’occasione.
Al 22' cross al centro di Benedetti per la testa di Galluccio che mette a lato di poco.
Il Chieti insiste e perviene al vantaggio al 24': Giulia Di Camillo recupera un pallone e, vedendo Zangari leggermente fuori dai pali, la fa secca con un preciso pallonetto.
Al 36' Gangemi e Vukcevic dialogano bene, l’attaccante cerca Galluccio, ma Zangari è brava ad anticiparla in uscita. Un minuto dopo un tiro-cross di Gangemi scheggia la traversa.
Non succede più nulla fino al termine dei primi quarantacinque minuti.
Si va dunque al riposo con il Chieti in vantaggio per 1-0.

Al 4' della ripresa Galluccio, lanciata a rete da Giulia Di Camillo, viene fermata dal direttore di gara per una dubbia posizione di offside.
Al 7' Lo Vecchio impegna Falcocchia che si salva in due tempi.
Le padrone di casa sfiorano il pareggio quando ancora Lo Vecchio colpisce una clamorosa traversa al 18'.
Al 32' Galluccio viene anticipata in maniera provvidenziale da Torano al momento del tiro.
Stivaletta, entrata al posto di Carnevale, angola di troppo la mira al 40'.
Nei minuti di recupero il Chieti trova il raddoppio: Stivaletta e Vukcevic dialogano alla perfezione e Vukcevcic lascia partire un gran diagonale che non lascia scampo a Zangari.
Finisce il match con la vittoria del Chieti per 2-0. Le neroverdi sono attese domenica prossima dall’impegno casalingo con l’Apulia Trani.

TABELLINO DELLA GARA:

CROTONE - CHIETI CALCIO FEMMINILE 0-2
Marcatrici: 24' pt Giulia Di Camillo, Vukcevic 47' st

Crotone: Zangari, Cardamone, Torano, Chiellini (39' st Reinoso), Vetere, Sacco, Moscatello, Sesti (26' st Rania), Sondore (14' st Cardone), Vona, Lo Vecchio.
A disp.: Esposito, Calautti, Forciniti, Papaleo, Stranieri, Vrenna.
All.: De Miglio Domenica.

Chieti: Falcocchia, Di Camillo Giada,Ferrazza, Benedetti , Vukcevic, Cutillo, Galluccio (34' st Di Lodovico), Di Camillo Giulia, Gangemi (17' st Colavolpe), Carnevale (13' st Stivaletta), Esposito.
A disp.: Seravalli, De Vincentiis, Di Sebastiano, Venditti, D’Intino, Romeo.
All.: Lello Di Camillo

Arbitro: D’Andria di Nocera Inferiore
Assistenti: Ritorto e Mastroianni di Lamezia Terme

Ammonite: Ferrazza, Colavolpe, Di Camillo Giada (Ch); Sesti (Cr)

L’Addetto Stampa Chieti Calcio Femminile
Piero Vittoria

Data articolo: Tue, 13 Apr 2021 15:20:32 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Il Trento torna alla vittoria contro il Brixen

Il Trento torna alla vittoria. Le gialloblù ritrovano i tre punti al termine di una partita difficile e combattuta contro il Brixen.
La sedicesima giornata del Girone B della serie C femminile metteva di fronte seconda contro terza forza del campionato, il Brixen ospite del Trento. Le altoatesine, in gran forma, arrivano a Mattarello con l'entusiasmo dalla loro: 4 vittorie nelle ultime due partite ed il “quasi” aggancio al Trento in classifica. Un solo punto da colmare e l'occasione della sfida diretta per il sorpasso.


Il Trento, con due punti raccolti nelle ultime tre gare, giocava invece con il peso di non poter più sbagliare per non gettare quanto di buono seminato nel girone d'andata. 
Uno scontro diretto che si preannunciava equilibrato e difficile da pronosticare. E così si è confermato: un match sempre in bilico, deciso da un episodio.
L'inizio è tutto del Brixen che sembra poter mettere alle corde il Trento e in pochi minuti confeziona due buone occasioni: prima è Reiner, da sola in area, a non colpire il pallone al meglio e permettere l'intervento della difesa. Un minuto dopo è brava Valzolgher a deviare sopra la traversa il tiro da fuori area di Bielak. Dopo i primi 20' anche il Trento inizia ad organizzare al meglio le proprie azioni e la partita prosegue in equilibrio con occasioni su entrambi i fronti. 

Ad inizio secondo tempo arriva il gol decisivo. Al 9' su lancio di Ruaben, Tonelli è brava a tagliar fuori il difensore impedendole l’intervento e s’invola da sola in area. Viene atterrata da Oberhuber al momento di calciare in porta. E' la stessa Alessandra Tonelli ad incaricarsi del tiro dagli 11 metri e portare in vantaggio il Trento.

L'equilibrio prosegue per gran parte del secondo tempo, con il Trento che non smette di costruire e non punta solo a difendere il vantaggio. Il finale di partita è però tutto del Brixen che spinge, cercando di recuperare il match, confeziona qualche occasione, ma non trova la via della rete. E' ancora una volta Valzolgher ad opporsi al meglio in un paio di situazioni, su un colpo di testa ravvicinato di Maloku in particolare. Il Brixen crea pericoli per la difesa trentina, ma non concretizza. Il risultato premia il Trento che si riporta in classifica a +4 sulle dirette inseguitrici.

SERIE C FEMMINILE - GIRONE B
16^ giornata

TRENTO – BRIXEN 1-0
55' Tonelli A. (T) rig.

TRENTO: Valzolgher, Tonelli L., Chierchia, Ruaben, Rovea, Varrone (82' Tononi), Fuganti, Poli, Pasqualini (70' Rosa), Tonelli A., Daprà (60' Battaglioli).

BRIXEN: Graus, Dorfmann, Kerschdorfer, Kiem, Ladstaetter, Oberhuber (86' Kammerer), Abler, Santin, Reiner, Bielak (70' Muhlback), Maloku (68' Treibenreif).

Data articolo: Tue, 13 Apr 2021 13:04:39 +0200

calciodonne.it - tutte le news

La situazione nella Serie A femminile

A poche giornate dal termine della stagione di Serie A 2020-21 in campo femminile, la situazione in classifica è piuttosto delineata. La Juventus Women continua a guidare saldamente la classifica, e se non fosse ancora chiaro il predominio della società bianconera ecco che nell'ultima giornata di campionato Cristiana Girelli e compagni hanno inflitto un altisonante 9-1 a Pink Bari, fanalino di coda della classifica con soli tre punti conquistati.


Dalla Juventus capolista all'ultimo posto ricoperto dal Bari: in mezzo, tante posizioni definite ma tante altre ancora da assegnare, per le quali battaglieranno le altre dieci squadre della Serie A. Con la Juventus che sembra già sicura di sollevare lo scudetto a fine anno, per il secondo posto che assegnerà a una seconda squadra italiana la partecipazione alla Champions League Women della prossima stagione saranno Sassuolo e Milan a combattere. Le ultime quote della Champions League femminile stanno mostrando un grande equilibrio tra le pretendenti al titolo, dopo gli ottavi e i quarti di finale che hanno regalato diversi colpi di scena e delle esclusioni eccellenti: anche una tra Milan e Sassuolo dovrà rinunciare a partecipare alla Coppa dalle grandi orecchie della prossima stagione, nonostante entrambe meriterebbero di giocare la competizione in virtù del campionato di alto livello che stanno disputando.

Il dominio di Juventus e, a seguire, Milan, con cinque punti di vantaggio sul Sassuolo terzo in classifica, è testimoniato dalla presenza delle loro giocatrici nella classifica capocannoniere: a guidare il tabellino è infatti Cristiana Girelli, uno dei volti più noti anche della Nazionale Italiana, con venti goal, seguita da Valentina Giacinti che ha già raggiunto quota sedici reti. A seguire Daniela Sabatino della Fiorentina, già a dodici reti e uno dei principali nomi emergenti all'interno del panorama calcistico italiano: la Viola è invece quinta in classifica a ventisei punti, a cinque punti di distacco dalla Roma quarta in classifica, che recentemente ha prodotto una partita spettacolare contro l'Inter, in una sfida terminata 4-3 per le ragazze giallorosse.

La zona centrale della classifica è occupata proprio dall'Inter, insieme a Hellas Verona, Florentia ed Empoli Ladies: queste compagini sono in una posizione relativamente tranquilla e non rischieranno in alcun modo di retrocedere, ma proprio questa relativa serenità potrebbe permettere a queste squadre di produrre un calcio più sciolto e spettacolare, dando filo da torcere alle squadre più in alto in classifica.

Resta da decidere, invece, la lotta per non retrocedere: considerando Pink Bari con pochissime chance di recuperare ormai il terreno perduto, avendo ottenuto soltanto una vittoria in diciassette giornate, la seconda squadra che scivolerà nel campionato cadetto sarà una tra San Marino e il Napoli femminile. Entrambe sono appaiate al penultimo e terzultimo posto a nove punti, e probabilmente risulterà decisivo lo scontro diretto alla quartultima giornata di campionato, in casa della squadra partenopea, il 2 maggio. A poche giornate dal termine, è soprattutto la lotta per non retrocedere il principale motivo di interesse del campionato femminile di Serie A, mentre la Juventus continua a rimanere la capolista indiscussa.

Data articolo: Tue, 13 Apr 2021 07:48:02 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Città di Falconara, l’ultima di campionato con il Pelletterie è una goleada

Nove gol nel segno delle doppiette. Quelle di Dal’maz, Guti, Taty e Pereira, più la firma di capitan Luciani nel testacoda dell'ultima di campionato contro il fanalino di coda Pelletterie. Che, pur ultimo della classe, inizia il match con l'intenzione di non regalare nulla alle avversarie. Tanto che è proprio la squadra di mister Quattrini ad avere la prima azione pericolosa della gara, sprecata da Pia Gomez in contropiede che pecca d'egoismo e anziché far valere la superiorità numerica con l'accorrente Presto va al tiro, troppo centrale per ingannare una come Dibiase.


Ancora Pelletterie con Gomez al 9': assist di Brandolini al centro, mura Dibiase. Sul capovolgimento di fronte Luongo salva sull'incursione di Marta. La spagnola potrebbe colpire anche al 10' su assist perfetto di Rubal ma il tiro sorvola la traversa. Poco dopo Dibiase è provvidenziale su Maione in azione solitaria. All'11' Rubal colpisce il palo ed è il preludio a 65 secondi di fuoco che consentono alle Citizens di prendere le redini del match. Al 13'25'' Isa Pereira approfitta di un rimpallo e con un gran sinistro in diagonale fredda Luongo.

Poco dopo Taty raddoppia dalla distanza sugli sviluppi di una rimessa laterale e firma anche la terza rete, servita alla perfezione dal taglio di Pato, con un delizioso esterno sull'uscita del portiere. Pato Dal'maz ha voglia di timbrare il cartellino anche oggi. Ci riesce al 16': spalle alla porta, triangola di prima con Ferrara e piega le mani a Luongo. La ripresa si apre con la rete prima concessa e poi annullata a capitan Luciani per un fallo segnalato dal secondo arbitro.

A mettere la quinta ci pensa Guti su schema da calcio di punizione al 4'. Il Pelletterie non ne ha più e il Città di Falconara ne approfitta. Pato al ruba palla a Presto in fase di impostazione e scarica il 6-0. Minuto 16': rilancio lungo di Dibiase a scavalcare tutta la difesa, lo scambio tra Pereira e Luciani mette nelle condizioni il capitano di rifarsi della rete precedentemente annullata. Isa Pereira su tiro libero e Guti al termine di un'azione travolgente tra Luciani e Marta rendono ancor più rotondo il risultato.

Una cavalcata storica quella delle marchigiane che chiudono la regular season da imbattute con 49 punti e la miglior difesa del torneo (appena 23 gol subiti). Ora arrivano gli impegni che contano. Quelli per i titoli. Le Final Eight di Coppa Italia con i quarti di finale il 23 aprile contro il Kick Off e, dal 2 maggio, i playoff scudetto: gara-1 al PalaBadiali contro il Cagliari. Il sogno continua.

TABELLINO

Pelletterie 0
Città di Falconara 9

PELLETTERIE: Luongo, Presto, Maite, Vicchiarello, Gomez, Maione, Duco, Biagiotti, Brandolini, Mannucci, Diodato, Pucci. All. Quattrini

CITTÀ DI FALCONARA: Dibiase, Taty, Luciani, Ferrara, Dal'Maz, Guti, Rubal, Marta, Pereira, D'Amaro, Bernotti, Marcelli. All. Neri

Reti: 13'25'' p.t. Pereira (F), 14'23'' e 14'30'' Taty (F), 16'55'' Dal'Maz (F); 4'29'' s.t. Guti (F), 8'31'' Dal'Maz (F), 15'51'' Luciani (F), 17'10'' t.l. Pereira (F), 18'07'' Guti (F).

AMMONITE: Duco (P), Rubal (F), Diodato (P).

Data articolo: Mon, 12 Apr 2021 17:43:20 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Cesena: complimenti alla Riozzese squadra tosta e compatta, adesso pensiamo al Brescia!

Domenica 11 aprile 2021 ore 15. Campo comunale Ponte Lambro (Como) rettangolo di gioco in sintetico giornata invernale con pioggia caduta nella nottata e nella mattinata.
Cesena sempre più rimaneggiato per gli infortuni di Costi e Georgiou venerdì sera in allenamento, che vanno ad aggiungersi a Nagni, Casadio e Pacini.


Al primo subito Riozzese; tiro dal limite di Cascarano alto. Al 5' Petralia apre x Cuciniello sulla destra cross al centro si avventa Porcarelli e di destro sfiora la traversa.
09' fallo laterale per la squadra di casa palla a Ferrario, missile alto sopra la porta di Pignagnoli.
20' angolo Cesena, batte Delfrancia in area salta di testa Cuciniello para Russo.
26' Montes De Oca per Porcarelli tiro al volo il portiere respinge in calcio d'angolo.
32’ occasione gol per la squadra di casa; mischia in aria bianconera, Rognoni calcia sopra la traversa.
39' Ancora Riozzese pericolosa, tiro da fuori di Ferrario termina a un metro dal palo della porta romagnola.
Riozzese in vantaggio nei minuti di recupero; siamo al 45+2’ cross di Rognoni in area non esce Pignagnoli e Di Luzio insacca per il vantaggio delle lombarde; palla al centro, il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo la sfortuna si abbatte ancora una volta sulle bianconere e il tecnico Rossi corre ai ripari, Carlini rimane negli spogliatoi x una forte botta ricevuta nel primo tempo.
50' angolo battuto da Montes De Oca x Papaleo cross al centro mischia in area calcia Beleffi, brava il portiere Russo a respingere in angolo.
53' raddoppio Riozzese; brava Di Luzio, sombrero a un difensore Cesenate in area e mette palla in rete.
Un minuto dopo contropiede Cesena; Casadei riceve in area ma calcia piano e centrale libera la difesa.
67' Cuciniello apre x Papaleo il bomber lancia in area Porcarelli, colpo di testa palla a lato.
69' Pastore sulla sinistra x Casadei, galoppa sulla fascia destra, entra in area mette al centro ma, Petralia purtroppo arriva male sulla palla e la svirgola.
75' Pavana effettua un lungo lancio per Porcarelli, questa prende palla scarta due difensori bolide ma la mira non è esatta, la sfera finisce fuori.
86' Cesena in avanti, Bizzocchi x Zani lancio in area x Simei esce il portiere e blocca.
87' contropiede lombardo, ancora Di Luzio, vera spina nel fianco, sola in area colpisce il palo alla dx del portiere cesenate.

Il forcing finale delle romagnole è troppo impacciato ed estremamente prevedibile, dopo qualche minuto di recupero il direttore di gara fischia la fine della gara, le lombarde con questa vittoria si piazzano al terzo posto in classifica dietro Lazio e la capolista Pomigliano, le bianconere al momento vengono relegate al quinto posto con un solo rimpianto: avremmo voluto assistere a questa gara a squadra completa.

Complimenti alla Riozzese squadra tosta e compatta, ci vediamo domenica x un’altra gara importante contro il Brescia.

S.S.D.RIOZZESE COMO - CESENA FC 2 – 0
Reti: 45+2’ e 53’ Di Luzio.-

S.S.D. RIOZZESE COMO
Russo, Varriale, Cascarano, Fusarpoli, Abati (78’ Vivirito), Di Luzio, Segalini, Ferrario, Rognoni (84’ Cama), Rizzon, Franco.-
A disposizione Bettineschi, Bianchi, Cavicchia, Pellegrinelli, Fadini, Roventi, Gomez Olivares.-
Allenatore Fabio CALCATERRA

CESENA FC
Pignagnoli, Casadei, Cuciniello, Pavana, Carlini (46’ Beleffi), Pastore, Delfrancia (46’ Simei), Montes De Oca (78’ Bizzocchi), Porcarelli, Petralia (84’ Zani), Papaleo.-
A disposizione Siboni, Gallina, Paolini.-
Allenatore Roberto ROSSI

Arbitro Signor Andrea BORTOLUSSI della Sezione di Nichelino
Assistenti Leonardo UMBRELLA e Vincenzo RUSSO della Sezione di Nichelino.


Ponte Lambro (Como) 12 Aprile 2021
Franco Scolozzi Addetto Stampa Cesena FC Calcio Femminile

Data articolo: Mon, 12 Apr 2021 17:31:06 +0200

calciodonne.it - tutte le news

L'Arezzo ottiene la sua quarta vittoria consecutiva battendo il Ducato Spoleto per 6-0

Fischio d'inizio e dopo appena 15 secondi l'Arezzo sblocca il risultato con Costanza Razzolini che batte Gentile al primo tiro in porta. Uno dei gol più veloci di tutti e quattro i gironi di serie C femminile. Lo Spoleto prova subito a rimettere in pari il risultato con Principi, ma Valgimigli non si fa sorprendere dalla conclusione ravvicinata. Pochi minuti e le ospiti con Ovescati hanno un'altra occasione, attenta anche questa volta la numero 1 amaranto.

L'Arezzo prova con insistenza la seconde rete che arriva solo al 44' con capitan Verdi che raccoglie al volo un cross di Cosi. Le squadre vanno al riposo sul 2-0. Nella ripresa al 52' Razzolini alla prima occasione non sbaglia battendo sul lato più lontano Gentile e siglando la rete numero 13 in stagione. Le amaranto continuano a tenere il controllo del gioco e al 60' trovano la quarta rete direttamente da calcio di punizione con Orlandi. Al 72' bella apertura di Lulli che vede tutta sola in area Gnisci che non sbaglia e fa il 5-0. Prima del triplice fischio arriva anche il sesto gol con Orlandi che si si libera dalla marcatura di quattro avversarie e batte Gentile. L'Arezzo sale a 34 punti e resta in scia della capolista Bologna a quota 36.

IL TABELLINO

ACF Arezzo - Ducato Spoleto 6-0
Marcatrici: 1', 52' Razzolini, 44' Verdi, 60', 85' Orlandi, 72' Gnisci

ACF Arezzo (4-3-1-2): Valgimigli; Cosi, Esperti, Ferretti, Costantino; Tuteri, Verdi, Orlandi; Ceccarelli; Razzolini, Gnisci. A disp: Trezza, Paganini, Sabia, Bove, Gonzi, Casini, Avendato, Allemma, Lulli. All:
Tiziano Pelliccione - Massimiliano Forzini.

Ducato Spoleto: Gentile, Gori, Petasecco, Gay, Virgili, Lanuti, Sabatini, Simoncelli, Principi, Ottaviani, Ovescati. A disp: Olmi, Chiocci, Dominici, Rustani, Gubbini, Leonardi, Franchini, Donati, Russo, Marcucci. All: Stefano Terracciano

Arbitro: sig. Mario Leone (Avezzano)
1º assistente: sig.ra Silvia Scipione (Firenze) 2º assistente: sig. Matteo Bertelli (Firenze)

Pierpaolo Chiaro
Ufficio Stampa
ACF AREZZO
www.acfarezzo.com

Data articolo: Mon, 12 Apr 2021 16:50:41 +0200

calciodonne.it - tutte le news

L'album ufficiale delle figurine dell'Hellas Verona è in edicola con il quotidiano l’Arena

Oggi, lunedì 12 aprile, l'album delle giocatrici e dei giocatori è in regalo con il quotidiano l’Arena.
Oltre venticinque pagine da completare con i volti delle campionesse e dei campioni più amati dello sport calcistico gialloblù.
Uno strumento indispensabile per ogni tifoso gialloblù. Si rinnova così la sinergia tra il gruppo Athesis e la società del patron Maurizio Setti, con il nostro quotidiano interlocutore privilegiato del club scaligero in ambito comunicazione.


L'album è un viaggio nel mondo Hellas. Pagina dopo pagina si scoprono storie, protagonisti e non solo. Vengono ricordati i luoghi simbolo del club.
Il Bentegodi rimane il fulcro delle emozioni. Il teatro dei sogni del popolo veronese.

Senza dimenticare l'antistadio, dedicato alla memoria di un gigante come Guido Tavellin o il Sinergy Stadium, casa dell’Hellas Verona Women.

Ogni pacchetto di figurine sarà reperibile nelle edicole di Verona e provincia al costo di 1 euro.
Nelle prossime settimane sarà anche possibile concentrarsi sulle figurine mancanti, rivolgendosi al portale hellasverona.akinda.com 

L'intero mondo Hellas a vostra portata di mano vi aspetta in edicola, non mancate!

Data articolo: Mon, 12 Apr 2021 14:25:18 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Lazio forte e cinica, il Chievo incassa una brutta sconfitta

Dopo il doppio successo casalingo contro Como e Roma, il ChievoVerona Women parte alla volta della capitale per sfidare la Lazio, squadra esplicitamente impegnata nella corsa alla promozione in Serie A.
Le ragazze gialloblù vanno alla ricerca di punti su un campo difficile per non perdere terreno nell’infuocata corsa alla salvezza.

Confermato in toto lo stesso undici iniziale che ha battuto la Roma Calcio Femmile nello scorso weekend.


La linea a quattro di difesa è ormai quella consolidata nell’ultimo mese con Mele e Pecchini sulle fasce, centrocampo a tre con la corsa di Salimbeni, la regia di Prost e la tecnica dell’insostituibile Tardini.
Boni trequartista, a ispirare le punte Gelmetti e Peretti.

PRIMO TEMPO – Inizio shock per le gialloblù che dopo meno di un minuto di gioco vanno subito sotto: retropassaggio troppo corto di Mele per Olivieri, anticipata da Adriana Martìn che può mettere agevolmente in rete. Subito 1-0 e strada in salita per le clivensi.

Le scaligere provano a regire subito su calcio d’angolo con Salaorni, che svetta di testa ma non centra la porta. L’occasione più ghiotta del primo quarto d’ora, però, è ancora della Lazio: Pittaccio viene servita in verticale e tutta sola davanti a Olivieri spedisce clamorosamente alto.
Il Chievo, però, nonostante il colpo subito a freddo, prova ad attaccare con ordine, anche se le ripartenze delle biancocelesti sono sempre molto pericolose.
Boni raccoglie un cross dalla destra e appoggia dietro a Prost che fa partire un tiro potente e rasoterra che finisce di pochissimo a lato.

Raddoppio Lazio – Dopo essere andate a un passo dal pari, le gialloblù incassano il secondo gol della Lazio. La firma è ancora di Adriana Martìn, che riceve in area e infila con una conclusione molto forte all’incrocio dei pali. Doppietta per la capocannoniere del campionato di B.

Il copione della partita è chiaro, possesso palla del Chievo che ha il predominio del gioco, Lazio che si difende compatta e diventa micidiale quando riparte in contropiede.
Al 40′ arriva l’opportunità più importante per le nostre ragazze di accorciare le distanze. La costruisce quasi dal nulla Gelmetti, che aggira con una sorta di ruleta la diretta avversaria e si avvia pericolosamente sulla trequarti avversaria. Tiro potente ma troppo alto quello della numero 18.

Tris biancoceleste – Come nella più classica delle leggi del gol, dopo essere andato vicino al gol il Chievo lo subisce. Contropiede orchestrato bene dalla Lazio che libera al tiro Cuschieri, freddissima nel siglare il 3-0.

La rete della squadra di casa, arrivata a un minuto dall’intervallo, chiude virtualmente il match. La squadra gialloblù ha mostrato un buon giro palla nei primi 45′, ma ho commesso qualche errore che è costato carissimo e di cui la Lazio ha cinicamente approfittato.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa le clivensi tornano in campo per cercare quantomeno di accorciare le distanze, ma fanno ancora fatica ad assorbire le ripartenze avversarie.

Poker Lazio – Ancora un disimpegno sbagliato è fatale per il Chievo. Palla recuperata altissima per la Lazio, nei pressi dell’area di rigore. Martìn questa volta preferisce la rifinitura e serve al centro l’accorrente Lijuks, che da pochi passi realizza il 4-0.

Appena un giro di lancette dopo, al minuto 58, arriva l’occasione più nitida di tutta la partita per la squadra gialloblù. Uno-due di pregevole fattura tra Peretti e Gelmetti, l’ex Napoli si ritrova a tu per tu con Guidi, ma quest’ultima con una prodezza le nega la gioia del gol.
La formazione ospite, nonostante il risultato ampiamente compromesso, ci prova ancora più con la forza della volontà che con quella delle idee. Gli ultimi squilli sono di capitan Boni e della neo entrata Distefano, che però non riescono ad impensierire seriamente Guidi.

Tripletta Martìn – La terza marcatura della solita Adriana Martìn, che con 20 reti in campionato si avvia a vincere in solitaria la classifica marcatori, mette definitivamente la parola fine non solo alla gara ma anche alle energie residue delle clivensi.

Finisce dunque 5-0 la partita di Formello fra Lazio Women e ChievoVerona. Le ragazze gialloblù hanno mostrato anche qualche spunto positivo, soprattutto nella prima frazione di gioco, ma sono state condizionate da un pronti-via subito in salita.

Ciniche le biancocelesti, trascinate dalla classe della spagnola Martìn, assoluta protagonista del match con tre gol e un assist. Decisiva, ovviamente, anche la qualità tecnica della formazione di Morace, che al di là di due occasioni veramente pericolose, non ha concesso molto al Chievo, ma ha sfruttato soprattutto in modo letale i contropiedi.

Adesso c’è una settimana di tempo per le ragazze gialloblù per smaltire questa sconfitta e provare a dare seguito alla striscia positiva in casa nella prossima gara contro il Tavagnacco.

Il tabellino del match

CHIEVO WOMEN 0: Olivieri; Pecchini (55′ Martani), Tunoaia, Salaorni (79′ Carleschi), Mele; Tardini, Prost (79′ Bertolotti), Salimbeni (65′ Distefano); Boni; Gelmetti, Peretti.

Lazio Women 5: Guidi, Labate (77′ Santoro), Savini, Gambarotta, Shanahan; Castiello, Di Giammarino, Cuschieri (64′ Berarducci); Visentin (86′ Proietti), Martìn (86′ Mattei), Pittaccio (46′ Lujks).

Ammoniti: Prost (C), Tardini (C), Di Giammarino (L)

Marcature: 1′, 20′, 76′ Martìn (L), 44′ Cuschieri, 58′ Luijks (L)

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M.
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.

Data articolo: Sun, 11 Apr 2021 17:23:49 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Ad Arezzo arriva il Ducato Spoleto

Terza partita del girone di ritorno per le ragazze amaranto che tornano in campo per la quattordicesima giornata di campionato di Serie C – girone C, dopo il turno di riposo per le festività pasquali.
L’Arezzo, dopo la vittoria per 4-0 contro la Pistoiese, sarà impegnato tra le mura amiche contro il Ducato Spoleto. Il match verrà disputato al campo sportivo "Luciano Giunti", fischio di inizio ore 15.00. L’arbitro dell’incontro sarà il signor Leone della sezione di Avezzano.

L'Arezzo occupa la terza posizione in classifica con 31 punti in coabitazione con la Torres dietro le capoliste Bologna e Filecchio distanti due punti. Il Ducato Spoleto, fanalino di coda del girone C con
1 punto, nell’ultimo match ha pareggiato 0-0 contro la Vis Civitanova.

Le amaranto all'andata si imposero per 13-0 grazie ad alle triplette di Ceccarelli e Gnisci, alle doppiette di Tuteri e Paganini e alle reti di Verdi, Fanciulli e Esperti.

La lista delle 20 convocate che prenderanno parte a Arezzo - Ducato

Spoleto: 1 Valgimigli, 3 Esperti, 6 Cosi, 5 Costantino, 7 Paganini, 8 Orlandi, 9 Razzolini, 10 Ceccarelli, 13 Verdi, 14 Sabia, 15 Bove, 16 Gonzi, 17 Gnisci, 20 Tuteri, 23 Casini, 24 Avendato, 25 Allemma, 27 Lulli, 28 Ferretti, 88 Trezza.

Pierpaolo Chiaro
Ufficio Stampa
ACF AREZZO
www.acfarezzo.com 

Data articolo: Sat, 10 Apr 2021 16:01:01 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Un Tavagnacco rimaneggiato ospita un Cittadella in cerca di rivincita

Domani alle 15 il Tavagnacco proverà a tornare alla vittoria che manca dal 28 febbraio.
Non si molla. Il Tavagnacco, dopo la sconfitta per 2-1 nello scontro diretto contro il Pomigliano, torna in campo con l’auspicio di riscoprire il sapore del successo. La vittoria manca dalla gara casalinga contro l’Orobica dello scorso 28 febbraio.


Nel mese di marzo la squadra ha raccolto meno di quanto ha seminato. Recriminare su ciò che non è stato non porta a nulla, c’è da rimboccarsi le maniche e ripartire facendo tesoro degli errori commessi. Degli sbagli dietro, ma soprattutto di quelli davanti; il team di Chiara Orlando dovrà aggiustare la mira per portare a casa le partite. Il secondo tempo giocato contro il Pomigliano è l’esempio da tenere a mente; determinazione, convinzione e una maggiore precisione nel palleggio hanno permesso alle gialloblù di mettere in difficoltà la capolista e di farla preoccupare nel finale con il gol di Devoto. Una rete che non è arrivata per casualità, è stata figlia dello sforzo delle ragazze di voler riaprire il match. Una partita in cui si è pagato troppo l’atteggiamento passivo e timoroso del primo tempo e un paio di grandi giocate avversarie.

L’augurio è che non ci sia bisogno di rincorrere il punteggio domani contro il Cittadella come nella gara di andata. In quella circostanza le venete si sono portate in vantaggio dopo pochi minuti. Con mister Orlando costretta a guardare la gara dalla tribuna per squalifica, le friulane furono protagoniste di una grande rimonta firmata dalla rete di Toomey che ha intervallato i due sigilli di Milan per l’1-3 finale. Nessuna delle due marcatrici di quella sfida sarà presente domani; Melissa è squalificata, Gaia non recupererà da un problema fisico. A loro, si somma l’ormai nota mancanza di Tuttino e anche Zuliani non sembra essere al meglio.

Ci sarà bisogno della forza del gruppo per venire a capo di una situazione complessa. Dalla parte opposta ci sarà un Cittadella forte del successo sul Perugia, ma ancora invischiato nella lotta per la salvezza. Una bagarre che, con una classifica così corta, rischia di risucchiare molte squadre. Sarà un finale di stagione tutto da vivere dove, con la forza del gruppo, al di là delle assenze, il Tavagnacco non dovrà mollare.

Data articolo: Sat, 10 Apr 2021 15:53:05 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Serena Landa, grazie a mio nonno...

Serena Landa, attaccante della San Marino Academy, è intervenuta in diretta sul canale Instagram di “Taca La Marca”. Ecco le sue parole ai nostri microfoni.
Dimensione San Marino
Mi trovo molto bene con la squadra, siamo tutte ragazze abbastanza giovani. Diciamo che stiamo vivendo un momento un po’ particolare perché la classifica “parla”, ma credo sia anche un modo per darci forza tutte e iniziare a essere più squadra. Sono molto contenta di come sta andando la mia esperienza alla San Marino Academy.


Squadra
Ovviamente ci sono sempre compagne con cui ho legato di più, come Fabiana Vecchione e Letizia Musolino, ma vado d’accordo con la maggior parte. Sono una che si adatta a tutte le situazioni e mi piace molto fare amicizia, mi sono trovata veramente bene con tutte.

Esperienza
Le ragazze più grandi costituiscono un buono spunto da prendere perché hanno vissuto cose che personalmente non ho mai vissuto, bisogna solo guardare ed imparare da loro.

Progetto e società
La San Marino Academy è una di quelle società che cerca di non far mancare mai niente alle sue calciatrici, cercando in tutto e per tutto di rendere le ragazze tranquille, in modo di dare il 100 per cento in campo. Essendo donne, penso che la sentiamo ancora di più questa cosa e in campo possiamo dimostrare di più.

Obiettivi
Con questa squadra, vedendo la classifica, la prima cosa che mi viene da dire è che l’obiettivo è salvarci ovviamente, mettendo a disposizione le mie capacità, segnando e facendo vincere la squadra, anche facendo assist e cose del genere. L’importante è vincere tutte insieme. Personalmente, punto sempre in alto e voglio la nazionale. È il primo obiettivo però penso anche sia meglio fare cose “a gradini” che avere un obiettivo fisso. La salvezza il primo, giocare è il secondo. Come squadra abbiamo l’obiettivo di giocare ogni partita come se fosse una finale, una battaglia, in modo da prendere tutti i punti possibili e immaginabili e uscire sempre a testa alta da ogni partita. L’obiettivo è quello di vincere.

Gol
Penso il mio primo gol in serie A sia uno di quelli più importanti, tra l’altro fatto alla Juventus e penso sia anche un bel gol, quindi sono veramente felice di questa cosa.

Nazionale
Penso che la squadra della nazionale quest’anno sia di alto livello, sapevo che sarebbe passata e avrebbe battuto Israele, secondo me hanno giocato senza pensare a quello che c’era dietro e si sono divertite. Hanno giocato come sapevano giocare e questa secondo me è una cosa buona anche per il futuro del calcio femminile italiano.

Idolo
il mio idolo è Ibrahimovic perché rivedo molto il mio gioco in lui e invece per quanto riguarda il femminile direi Ilaria Mauro, una di quelle giocatrici che mi piacciono tanto e in cui mi ci rivedo.

Amore per il calcio
Grazie a mio nonno, allenatore di una squadra che giocava proprio dietro casa mia. Avevo tutti i cugini maschi e vedevo che si allenavano… io ero l’unica femmina e dicevo “a questo punto giocherò a calcio pure io”. Per convincersi mia mamma ci ha messo un po’ ma le ho sempre detto che mi sarei vista bene anche a giocare in mezzo ai maschi. Così, insieme a quei bambini che giocavano all’ oratorio, c’ero anche io.

Prima partita
Ho giocato con i maschi all’inizio, come difensore centrale - il mio ruolo adesso è tutt’altro – ricordo che ero molto emozionata, vedevo tutti questi maschi un po’ più grandi di me (giocavo anche con ragazzi di età maggiore) ma poi alla fine mi sono adattata subito e anche se era la prima partita mi sono sentita subito a mio agio.

Speranze per il movimento
Spero vivamente che il professionismo arrivi prima possibile, sarebbe un grande passo per il calcio femminile, saremmo finalmente messe al pari degli uomini che è essenziale, perché alla fine viviamo come vivono loro, manca proprio la parte economica e secondo me è essenziale, se si vuole dare un minimo di occasione anche al calcio femminile.

Data articolo: Sat, 10 Apr 2021 12:55:45 +0200

calciodonne.it - tutte le news

La femminile Riccione si rinforza con 3 acquisti provenienti dall’Imolese

La società romagnola ufficializza nuovi colpi di mercato, ingaggiando tre giovani e promettenti calciatrici che hanno militato nell’Imolese.


Sofia Finotello, classe 2001, trequartista dotata di un ottimo mancino, è in grado di calciare da fuori area e dare fisicità alla squadra.

Lisa Manara, classe 2002, fisicamente snella e dotata di una ottima corsa, ha giocato in passato sia da terzino che da centrale.

Alice Fara, classe 2004, buon portiere di prospettiva, molto abile sui tiri bassi ed a mezza altezza nonché sulle uscite.

Asd femminile Riccione, comunicato stampa

Data articolo: Thu, 08 Apr 2021 17:18:11 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Una grande Capena non basta: la Lazio passa di misura. bomber Neka in doppia cifra!

Le Leprotte forniscono una grande prestazione e per poco non portano a casa il derby, ma alla fine è la Lazio che si aggiudica il match. Al Pala Pertini di Fiano Romano, nell’anticipo dell’ultima giornata di Serie A femminile, le due compagini romane si affrontano senza nulla da perdere e la partita diventa godibile sia nel primo tempo sia nel secondo.

 

Tante le belle notizie per le biancorosse: in primis la doppia cifra raggiunta dalla Capocannoniere Neka che chiude a quota undici le reti stagionali e sicuramente l’altra grande notizia è la grande prestazione di Claudia Masini classe 2005 che non solo ha sfoderato tutto il suo repertorio in fase difensiva, ma per poco non arrivava anche alla sua prima rete in A. Entrambe le squadre ricorrono al turnover: fuori Fuhrmann e Bea Martin per le Leprotte e Vanessa, Taninha, Pinheiro e Grieco per la Lazio. La Lazio scappa subito con due gol stupendi entrambi conclusioni da fuori di prima intenzione prima di Balardin e poi di Denise D’Angelo: nulla può D’Amelia fino a quel momento attenta su ogni pallone.

La squadra di Mister Chiesa frastornata dall’uno due non si butta giù e trascinata dal proprio Capitano Neka e dall’ex Benvenuto riportano l’incontro in equilibrio sul 2-2. Neka sorprende Mascia all’uno contro uno sotto le gambe, poi Benvenuto dopo neanche un minuto sfrutta una discesa delle sue e pareggia i conti. Ancora il Capitano sigla un gol bellissimo con una giocata delle sue, tocco morbido all’angolino basso, è il vantaggio che manda in visibilio il Pala Pertini. Prima dell’intervallo ancora una deliziosa Neka colpisce un palo con una giocata da urlo su Mascia in uscita, poi nella ripresa escono di nuovo le biancocelesti di Mister Chilelli che deve ricorrere alle totolarissime per lunghi tratti del secondo tempo.

Nel migliore momento del Capena quando sembrava in procinto di siglare l’allungo definitivo è Siclari che trova con una tocco sotto porta il 3-3. Tanta sfortuna, ma anche un pizzico di distrazione della difesa biancorossa. Il Capena non ci sta e carica a testa bassa: prima Oliveira e poi Macchiarella sfiorano il nuovo vantaggio. Benvenuto sotto porta si fa parare un gol praticamente già fatto, poi da un calcio d’angolo nasce l’improvviso gol laziale: tiro di Balardin deviazione netta di Masini che brucia D’Amelia sul lato opposto.

Le Leprotte non ci stanno e nel finale attaccano con Sara Agnello, l’altra ex di turno, portiere di movimento, ma le speranze di pareggio si infrangono su Mascia, che ferma con un miracolo Oliveira. La Lazio si prende il derby, ma quanti applausi a questo Capena.

Ufficio Stampa

Luca Pellegrini 

Foto Luca Pagliaricci

Data articolo: Thu, 08 Apr 2021 14:54:17 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Mister Chiesa commenta a caldo il sorteggio di Coppa: il Capena pesca lo Statte

“In campionato abbiamo perso due volte su due con lo Statte, ma in entrambe i casi abbiamo giocato molto bene tenendo aperto il risultato fino al terzo quarto nella seconda frazione. Loro hanno una giocatrice come Renata che sposta gli equilibri in modo incredibile, ma hanno anche Boutimah che è un pivot che segna e in partite del genere è una che si fa sentire. Chiaro che nel complesso siamo in una parte di tabellone con meno corazzate concentrate, perché al di là del singolo la partita secca comunque è una partita sola, non come nei play off dove si gioca al meglio delle tre gare.

 

In Coppa basta essere bravi una volta sola e si passa il turno nei play bisogna essere bravi due o addirittura tre volte. Ce la giocheremo fino alla fine senza professioni, ma con la voglia di stupire tutti.”

Ufficio Stampa

Luca Pellegrini

Foto Luca Pagliaricci

Data articolo: Sat, 03 Apr 2021 15:21:21 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Il Tavagnacco sbatte contro i legni: passa il Pomigliano 2-1

Il Tavagnacco gioca un primo tempo sottotono e le avversarie allungano; le friulane prendono due pali e riaprono la gara quando ormai è troppo tardi.
Finisce con l’esultanza del Pomigliano, con la felicità di chi sa di aver ottenuto un successo fondamentale su un campo difficile, una vittoria che spalanca alle campane concrete possibilità di serie A. Il Tavagnacco si lecca le ferite e si rimprovera per un primo tempo giocato con troppo timore reverenziale, senza quella convinzione e quella grinta necessarie. Nella ripresa una versione gialloblù decisamente migliore che però non è bastata ad acciuffare quello che complessivamente sarebbe stato un pareggio meritato. Le padrone di casa si sono schiantate sui legni e recriminano anche per una ampia dose di sfortuna.


Il gol subito dopo 6 giri di lancette permette al Pomigliano di indirizzare la sfida sui giusti binari. Cinica la formazione campana che alla prima opportunità fa centro. Cross di Doods per Pinna che, troppo sola in area di rigore, impatta di testa; il pallone bacia il palo e si insacca alle spalle di Beretta: 0-1. Il Tavagnacco subisce il colpo, prova a imbastire una serie di azioni offensive e ci prova dalla distanza con Milan e Grosso. Il Pomigliano, a differenza delle uscite precedenti, si difende con maggiore ordine. In mezzo al campo entrambe le squadre pressano bene e impediscono uno scorrere fluido della manovra avversaria. Tra i due schieramenti, balza all’occhio la differenza di esperienza nella gestione di alcune situazioni della partita. Le friulane perdono un brutto pallone in mezzo al campo e l’esterno inglese Dodds (migliore in campo) trova un sinistro potente e imparabile che permette alle campane di andare sullo 0-2. C’è tempo in chiusura della prima frazione di gioco per una traversa, colta da Donda su calcio di punizione.

Nel secondo tempo è un altro Tavagnacco. L’occasione capita a Milan su una percussione mancina di Donda; sul colpo di testa della numero 20 un intervento di riflesso di Balbi impedisce alle gialloblù di accorciare le distanze. Al 21’ altro legno per le padrone di casa sul colpo di testa di Ferin su traversone di Toomey. Due minuti più tardi ci prova Caneo con un tiro da lontano che termina fuori di poco. Le ragazze di Chiara Orlando si espongono alla ripartenza avversaria, ma il Pomigliano non amministra in maniera adeguata un paio di contropiede. Perde i pezzi il team friulano; Martinelli accusa un problema fisico, Milan un infortunio serio e nella girandola dei cambi, Zuliani lascia spazio a Gianesin. La numero 19 si invola sulla sinistra e crossa in mezzo, arriva Devoto che col sinistro accorcia le distanze: 1-2. E’ il 90’, troppo tardi, nei 5 minuti di recupero, il Pomigliano gestisce al meglio il pallone e impedisce alle friulane di farsi nuovamente pericolose.

TAVAGNACCO-POMIGLIANO 1-2
Marcatori: Marcatrici: 6’ Pinna, 36’ Dodds, 90’ Devoto

TAVAGNACCO: Beretta, Toomey, Martinelli (12’ st Abouziane), Veritti, Donda, Grosso, Caneo, Zuliani (19’ Gianesin), Milan (19’ st Dieude), Ferin, Kongouli (1’ st Devoto).
Allenatrice: Orlando.
A disposizione: Fontana, Pozzecco, Di Blas, Mariani, Liuzzi.

POMIGLIANO: Balbi, Apicella, Kiamou, Schioppo, Lombardi, Tudisco, Ferrandi (36’ st Domi), Moraca, Dodds, Pinna, Massa (6’ st Manno, (30’ st Miroballo).
Allenatrice: Tesse.
A disposizione: Del Pizzo, Pierro, Djurhuus, D’Avino.

Arbitro: Marin (sezione Portogruaro)
Note: Ammonite: Massa e Toomey. Recupero: 4’ e 5’

Data articolo: Sat, 03 Apr 2021 13:55:32 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Neka: che bello festeggiare in anticipo, Coppa? daremo fastidio alle grandi

Capitan Neka, fuoriclasse assoluta, ha dimostrato anche in questa stagione di aver portato la sua enorme classe e la sua grande esperienza al servizio delle Leprotte diventando capocannoniere della squadra e trascinando a suon di reti pesanti i colori biancorossi in una stagione storica. Sempre decisiva negli scontri diretti con gol ed assist, prestazioni incantevoli contro le big, la numero dieci biancorossa non si vuole fermare ai festeggiamenti di Rovigo post salvezza, ma suona la carica per la Final Eight di Coppa Italia.

 

Siete riuscite a raggiungere la salvezza con una giornata d’anticipo, tra l’altro in una gara che ti ha visto protagonista grazie ad una straordinaria doppietta. Quali sono state le emozioni per questo traguardo, sia a livello singolo che di squadra?

“La salvezza era l’obiettivo richiesto dalla società fin dall’inizio dell’anno, forse potevamo riuscirci prima, l’importante comunque è non essere ancora in lotta all’ultima giornata: ci sono ancora tre squadre in lizza fino all’ultima gara e dovranno giocarsi il tutto per tutto con il cuore in mano. Noi abbiamo già festeggiato e possiamo lavorare in vista della Coppa Italia e dei play-off. Per quanto riguarda i gol, sono molto contenta di aver ritrovato la via della rete dopo tante partite, soprattutto dopo un po’ che non segnavo. Poi sono stati due gol fondamentali per i nostri obiettivi quindi questo mi rende ancora più felice.”

Tra l’altro te sei anche la giocatrice che ha segnato più gol finora all’interno della rosa, con ben 9 marcature all’attivo. Tra tutti i gol di quest’anno, quale ritieni sia stato il più bello e quale il più importante?

“Per quanto riguarda quello più bello sono indecisa tra il gol in pallonetto in casa nostra contro il Bisceglie e la seconda rete contro il Pelletterie sempre in casa nostra, ti dico quest’ultimo perché alla fine in quella partita abbiamo vinto e ho fatto tripletta, con il Bisceglie purtroppo poi abbiamo perso. Quello più importante sicuramente il primo a Rovigo perché ha sbloccato un match difficile fino a quel momento ed è stato decisivo per la salvezza.”

Adesso però testa al futuro: giocherete l’ultima gara contro la Lazio, poi ci sarà l’esordio ufficiale del Capena sia nei play-off che nella Coppa Italia. In entrambe le competizioni i pronostici non vi danno per favorite ma ci sarà occasione per fare bene, giusto?

“L’ultima partita con la Lazio sarà anche ininfluente a livello di classifica, ma sarà comunque importante per prepararci dal punto di vista fisico e tattico per provare al meglio quello che verrà, sicuramente cercheremo di non rischiare sotto il punto di vista disciplinare e degli infortuni. Come ogni partita però, nessuno entra in campo per perdere c’è voglia di vincere anche contro la Lazio. Per quanto riguarda la Coppa, non era un obiettivo a inizio stagione e anche per questo non c’è molta pressione, proprio per questo però cercheremo di dare il meglio: molte volte contro le grandi squadre siamo andate vicinissime alla vittoria, dimostrando che nelle partite secche è difficile batterci. Daremo sicuramente il massimo, poi chissà, magari arriveremo fino alla fine... per quello che riguarda i play-off sarà più complicato, ma sarà un obiettivo a cui penseremo dopo la Coppa Italia.”

Ufficio Stampa

Luca Pellegrini

Foto Luca Pagliaricci

Data articolo: Fri, 02 Apr 2021 13:10:50 +0200

calciodonne.it - tutte le news

"LINKS" nuovo main sponsor del Lecce Women

Il Lecce Women ha il piacere di annunciare l'accordo commerciale con "LINKS", nuovo main sponsor del club per la stagione sportiva 2020-2021. La partnership è stata ufficializzata nel corso di una conferenza stampa organizzata - all'aperto e nel rispetto del protocollo sanitario - presso il Centro Sportivo CAT; erano presenti l'Amministratore di Links, Giancarlo Negro, il Direttore generale dell'US Lecce, Giuseppe Mercadante, e il responsabile del Lecce Women, Lino De Lorenzis. Presente anche la Prima squadra al gran completo.


Il logo di "LINKS" comparirà sulle maglie da gioco della Prima squadra, che milita nel campionato nazionale di serie C, a partire dal match contro la Ternana in programma domenica 21 marzo 2021, al Comunale di Collepasso.

"LINKS" è una società salentina attiva nel settore dell'information technology con sedi operative a Lecce, Bari, Milano, Roma e Bologna. All'inizio di questa stagione sportiva "LINKS" ha deciso di sponsorizzare, per la prima volta, l'Us Lecce spa. E dopo gli uomini, ha puntato forte anche sulle donne abbinando il proprio marchio al Lecce Women.

"Quest’anno abbiamo voluto sostenere il Lecce e farlo con grande senso di appartenenza e allo stesso modo adesso abbiamo deciso di impegnarci per la squadra femminile, per il progetto di calcio che c’è dietro e perché bisogna guardare a valori che possono rappresentare attraverso lo sport il riscatto di questo territorio", le parole di Giancarlo Negro.

Data articolo: Thu, 01 Apr 2021 16:26:03 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Per la sfida con l’Islanda Bertolini convoca 33 calciatrici

Dopo aver ottenuto il pass per l’Europeo, martedì le Azzurre tornano ad allenarsi a Coverciano in vista dell’amichevole del 13 aprile (ore 16, diretta su Rai Sport + HD). Aperte le procedure di accreditamento media
Un mese e mezzo dopo la magica notte del ‘Franchi’, che certificò la qualificazione della Nazionale Femminile alla fase finale dell’Europeo che si disputerà il prossimo anno in Inghilterra, le Azzurre sono pronte a tornare in campo per iniziare il lungo percorso di avvicinamento verso Euro 2022.

 

Lunedì 5 aprile l’Italia si radunerà a Coverciano per preparare l’amichevole contro l’Islanda, in programma martedì 13 aprile alle ore 16 (diretta su Rai Sport + HD) allo stadio ‘Enzo Bearzot’, uno dei 4 campi da gioco presenti all’interno del Centro Tecnico Federale.

Dopo la netta vittoria contro Israele e la gioia per aver centrato l’obiettivo, l’Italia si appresta ad aprire un nuovo capitolo della sua storia. Nei prossimi mesi l’orizzonte azzurro sarà caratterizzato da diverse amichevoli - a giugno sono previsti altri due test - e dai primi impegni nel girone di qualificazione per il Mondiale del 2023 che scatterà a settembre. La prima avversaria sarà però l’Islanda che, proprio come la Nazionale di Milena Bertolini, ha brillantemente superato le insidie del proprio raggruppamento, concluso alle spalle della Svezia, ottenendo così il pass europeo per la quarta volta consecutiva.

Per la sfida del 13 aprile, che sarà preceduta da una gara di allenamento tra le due Nazionali, che si disputerà - sempre a Coverciano - sabato 10 aprile alle ore 16, la Ct ha deciso di puntare su 33 calciatrici, che si raduneranno il lunedì di Pasquetta per iniziare gli allenamenti il giorno seguente. Prima chiamata per il difensore Orsi (Sassuolo) e per le centrocampiste Bellucci (Empoli), Cinotti (Empoli) e Pandini (Inter), mentre al posto di Guagni, che non ha ancora pienamente recuperato dalla lesione muscolare alla gamba destra, ci sarà Zanoli, alla sua seconda convocazione consecutiva in Nazionale maggiore. Dopo aver saltato l’ultimo ritiro per infortunio torna in gruppo Galli, in attacco invece si rivedono Bonfantini e Marinelli, protagoniste di un’ottima stagione con le maglie di Roma e Inter.


Nota per le redazioni – A partire da oggi fino a sabato 10 aprile (ore 12.00 CET), in via esclusiva sul Sistema elettronico on-line FIGC www.accreditations.figc.it, saranno aperte le operazioni di accreditamento per la gara in programma allo stadio ‘Enzo Bearzot’ di Coverciano.


L’elenco delle convocate

Portieri:
Roberta Aprile (Inter), Francesca Durante (Hellas Verona), Laura Giuliani (Juventus), Katja Schroffenegger (Fiorentina);

Difensori:
Elisa Bartoli (AS Roma), Valentina Bergamaschi (AC Milan), Lisa Boattin (Juventus), Lucia Di Guglielmo (Empoli), Maria Luisa Filangeri (Sassuolo), Sara Gama (Juventus), Martina Lenzini (Sassuolo), Elena Linari * (AS Roma), Beatrice Merlo (Inter), Benedetta Orsi (Sassuolo), Cecilia Salvai (Juventus), Martina Zanoli (Fiorentina);

Centrocampiste:
Melissa Bellucci (Empoli), Arianna Caruso (Juventus), Valentina Cernoia (Juventus), Norma Cinotti (Empoli), Aurora Galli (Juventus), Manuela Giugliano * (AS Roma), Marta Teresa Pandini (Inter), Cecilia Prugna (Empoli), Martina Rosucci (Juventus);

Attaccanti:
Agnese Bonfantini (AS Roma), Barbara Bonansea (Juventus), Sofia Cantore (Florentia San Gimignano), Valentina Giacinti (AC Milan), Cristiana Girelli (Juventus), Benedetta Glionna (Empoli), Gloria Marinelli (Inter), Annamaria Serturini * (AS Roma).

  • La risposta alla convocazione delle calciatrici attualmente sottoposte a misure sanitarie restrittive, è subordinata alle disposizioni delle Autorità sanitarie competenti


Il programma
Lunedì 5 Aprile
Entro le ore 21 raduno presso il C.T.F. di Coverciano delle calciatrici

Martedì 6 Aprile
Ore 10 Allenamento
Ore 16 Allenamento

Mercoledì 7 Aprile
Ore 10 Allenamento
Ore 16 Allenamento

Giovedì 8 Aprile
Ore 16 Allenamento

Venerdì 9 Aprile
Ore 10 Allenamento
Ore 16 Allenamento

Sabato 10 Aprile
Ore 10 Allenamento
Ore 16 Gara di allenamento Italia-Islanda

Domenica 11 Aprile
Ore 10 Allenamento
Ore 16 Allenamento

Lunedì 12 Aprile
Ore 15.15 Conferenza Stampa CT e Capitano
Ore 16 Allenamento

Martedì 13 Aprile
Ore 16 Gara Italia-Islanda

Data articolo: Thu, 01 Apr 2021 16:07:01 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Il Chieti calcio femminile batte di forza il Sant’Egidio 4 a 1

Il Chieti Calcio Femminile vince 4-1 con il Sant’Egidio e rimane l’unica squadra imbattuta del girone.
La classifica dunque non cambia con le neroverdi seconde insieme al Palermo ad un punto dalla Res Roma.
Non c’è stata storia con il Chieti che ha virtualmente chiuso il match già nel primo tempo portandosi sul 3-0 grazie alla rete di Galluccio e alla doppietta di Stivaletta. All’inizio della seconda frazione di gioco il Sant’Egidio ha momentaneamente accorciato le distanze grazie ad un rigore di Mazza, ma poi è stato un altro gol di Galluccio a sancire il definitivo 4-1.


Mister Di Camillo cambia le carte in tavola rispetto alla formazione che aveva rischiato di vincere a Roma contro la Res domenica scorsa mandando in campo dal primo minuto Gangemi e Di Lodovico.
Parte subito bene il Chieti che al primo minuto di gioco si fa vedere dalle parti di Pascale con Stivaletta.
Al 6' è ancora Stivaletta a mettere paura a Pascale su servizio di Cutillo.
È un Chieti pimpante e molto ben messo in campo. Le neroverdi insistono e vanno in vantaggio al 17': sul tocco di Giulia Di Camillo in area, un difensore non riesce a rinviare il pallone che arriva a Galluccio e l’attaccante da pochi passi non perdona facendo secca Pascale.
Al 20' è di nuovo Galluccio a cercare la porta su punizione di Giulia Di Camillo, ma stavolta Pascale è attenta e si oppone alla sua conclusione.
Al 29' Vukcevic è bravissima ad arpionare il pallone e tirare, ma il suo tentativo finisce sui piedi di Pascale.

Il Chieti continua il suo assedio e perviene al raddoppio al 37': su angolo di Vukcevic, si crea una mischia furibonda in area ospite risolta dal tocco di Stivaletta che mette in rete.
Due minuti più tardi l’attaccante neroverde si ripete. Il suo è un vero eurogol : su una palla filtrante di Giulia Di Camillo, Stivaletta stoppa e tira mettendo la palla all’incrocio dei pali.
Sul finale del primo tempo Galluccio ci prova, ma si oppone bene Pascale. Si va dunque al riposo sul 3-0 per il Chieti.

La ripresa si apre con il Sant’Egidio che accorcia le distanze al 3' grazie ad un rigore messo a segno da Mazza ed assegnato dal direttore di gara per un tocco con il braccio in area di Giulia Di Camillo.
La squadra di De Risi va vicina al secondo gol con un tiro dalla distanza di Olivieri appena un minuto dopo il penalty.
Il Chieti, punto nell’orgoglio, riprende saldamente in mano le redini del gioco e chiude i conti al 12': cross perfetto dalla fascia di Esposito per la testa di Galluccio che griffa la sua buona prestazione con la doppietta personale. Spazio alla girandola di sostituzioni da entrambe le parti sul finale della partita.
Le neroverdi continuano insistentemente a portarsi in avanti.

Vukcevic ha due grandi occasioni fra il 29' e il 31': nella prima mette incredibilmente a lato da ottima posizione, nella seconda avrebbe meritato miglior fortuna quando il suo tiro finisce a lato di pochissimo. Negli ultimi minuti prima Giulia Di Camillo chiama Pascale al grande intervento su calcio di punizione, poi Colavolpe impegna severamente il portiere ospite che riesce a deviare il pallone sulla sua conclusione da posizione defilata.
Finisce 4-1 per il Chieti che, dopo la pausa pasquale, affronterà il Crotone in trasferta domenica 11 aprile.

TABELLINO DELLA GARA:

CHIETI CALCIO FEMMINILE – SANT’EGIDIO 4-1
Marcatrici: 17' pt e 12' st Galluccio, 37' pt e 39' pt Stivaletta

Chieti Calcio Femminile: Falcocchia, Di Camillo Giada (33' st Di Sebastiano), Ferrazza, Vukcevic, Cutillo, Galluccio (18' st Carnevale), Di Camillo Giulia, Stivaletta (33' st Benedetti), Gangemi (4' st Colavolpe), Esposito, Di Lodovico (18' st De Vincentiis).
A disp.: Seravalli,Colecchi, D’Intino, Di Russo.
All.: Di Camillo Lello

Sant’Egidio: Pascale, Calandro, Paolillo (18' st Donnarumma), Mazza, Marotti (36' st Crovella), Sabatino (40' st Calvanese), D’Arco (30' st Petrosino), Coccia, Olivieri, Gorrasi (1' st Di Palma), Cozzolino.
A disp.: Severino, Esposito.
All.: De Risi Valentina

Arbitro: Spera di Barletta
Assistenti: Giancaterino e Di Meo di Pescara

Ammonite: Di Camillo Giulia (C); Sabatino (S)



IMPRESSIONI POST PARTITA DI MICHELA DI LODOVICO:
“Per noi doveva essere sulla carta un impegno agevole, ma, come ci dice sempre il Mister, in questo campionato tutte le partite sono difficili perché ci sono quelle squadre che vogliono salvarsi e si impegnano per fare bene contro di noi che siamo imbattute. La partita si è messa fortunatamente subito bene, anche se all’inizio del secondo tempo siamo rientrate un po’ scariche. Ci siamo fatte prendere alla sprovvista e loro hanno segnato su rigore: c’è stata una ripartenza sul calcio d’angolo per noi, sono errori che vanno evitati perché se si gioca contro squadre più forti poi si possono pagare a caro prezzo alla fine delle partite. Sono stati però solo pochi minuti, poi siamo tornate a giocare bene. Loro non hanno mollato mai, ma il tasso tecnico maggiore della nostra squadra alla fine ha prevalso.
Rimaniamo imbattute, anche se la Res ha vinto e dunque siamo ancora ad un punto da loro insieme al Palermo. Sarà una corsa a tre per la vittoria finale. Nessuna delle squadre può permettersi di perdere punti: noi ci stiamo allenando al meglio, siamo convinte delle nostre potenzialità e vogliamo combattere fino alla fine. L’estate scorsa non ci aspettavamo di essere così in alto in questo momento del campionato anche perché il Mister e la società ci hanno sempre tenute con i piedi per terra.
Mese dopo mese sono arrivati i risultati. Le avversarie, pur dandoci filo da torcere, non sono riuscite mai a batterci, abbiamo recuperato anche partite in dieci: tutto questo ci ha dato sempre maggiore forza.
Dopo la pausa giocheremo con il Crotone, ultima in classifica, fuori casa: nessuna partita è semplice, il calcio è strano, bisognerà entrare in campo con la mentalità giusta senza distrazioni.
Siamo una squadra formata non solo da undici giocatrici: chi entra si fa trovare sempre pronta ed è bello che giochi anche chi ha avuto magari meno spazio dando sempre tutto per la maglia.
Questo è un ottimo gruppo e chiunque di noi sa cosa deve fare quando viene chiamata in causa: il lavoro fatto con il Mister finora sta dando i suoi buoni frutti”.
L’Addetto Stampa Chieti Calcio Femminile
Piero Vittoria

Data articolo: Tue, 30 Mar 2021 15:33:41 +0200

calciodonne.it - tutte le news

Bea Martin: “siamo una squadra operaia dura da battere, la salvezza un obiettivo raggiunto con la mentalità. In Final Eight venderemo cara la pelle”

Una Bea Martin sempre al massimo sia fisicamente sia a livello di entusiasmo e mentalità. La numero otto biancorossa, l’anima della squadra capenate, continua nonostante l’infortunio al metacarpo a lavorare sodo in vista della Final Eight di Coppa con un occhio al grande obiettivo salvezza conquistato a Rovigo.

 

  • Avete raggiunto la tanto agognata salvezza nell’ultimo incontro con il Granzette, un risultato che avete giustamente celebrato tutte insieme. Quali sono state le emozioni e le sensazioni che avete provato in quel momento e quali sono state quelle che avete provato nel percorso che vi ha portato fin qui?

“La salvezza era il nostro obiettivo chiave fin dall’inizio, l’unica richiesta da parte della società che non ci ha messo mai nessuna pressione. Era un traguardo che sarebbe potuto arrivare prima, ma ci siamo rilassate troppo nell’ultimo incontro in casa con il Cagliari, nel quale pensavamo di avere già i tre punti in tasca. Questo però ci è servito da lezione, perché poi siamo andate a Rovigo più convinte e determinate di prima: entrambe le squadre hanno fornito, secondo me, una buona prestazione ma noi abbiamo voluto di più questi tre punti e nel secondo tempo siamo riuscite ad avere la meglio. Adesso, dopo qualche sofferenza di troppo, siamo finalmente libere di festeggiare; questo comunque ci deve far capire che in queste partite devi tirare fuori tutto quello che hai, perché ti stai giocando tutto contro una squadra di pari livello con i tuoi stessi obiettivi”

  • Siete dunque ufficialmente salve e settime in campionato, ma la lotta salvezza non è finita: tre squadre, Cagliari, Pelletterie e Granzette si giocano il tutto per tutto all’ultima giornata. Alla luce anche delle vostre partite, vedi qualcuna in vantaggio sulle altre?

“Non mi piace tanto fare considerazione sulle altre. In questo tipo di partite può succedere di tutto, un episodio anche fortuito può cambiare tutto. Questo deve farci capire ancora di più di quello che siamo riuscite a fare noi e del percorso che è stato fatto. Il nostro sport è fatto di episodi, è impossibile dire chi è favorito rispetto a qualcun altro, soprattutto in questo campionato dove tutte le squadre se la sono giocate con tutte e nel quale non sempre la vittoria è andata a chi ha giocato meglio. In questo tipo di situazioni voglia e testa contano più di tutto, una favorita non ce l’ho ma posso dire che sono tre squadre che sono cresciute tanto con il passare delle giornate e alle quali mando un grande in bocca al lupo”

  • La vostra stagione comunque non è finita: adesso arriva il bello. Affronterete infatti il vostro primo play-off, che si sa ormai sarà contro il Montesilvano, mentre nella Coppa Italia che si terrà a Rimini affronterete una tra Falconara, Montesilvano, Real Statte e Lazio a seconda di quello che dirà il sorteggio di sabato. Sappiamo che a te piacciono particolarmente questo tipo di incontri, nel sorteggio speri in qualche squadra in particolare o affronterete ogni avversaria come avete fatto fin ora?

“Come giustamente hai detto sono partite che mi piace tanto giocare. Intanto, sono contenta di essere in Final Eight a competere contro queste squadre. Per quanto riguarda il sorteggio non c’è una “preferita” in particolare, sono tutte squadre di alto rango. Penso più che altro al nostro gruppo: dovremo fare un gran lavoro, ci siamo fatte questo regalo e adesso faremo di tutto per onorare questa competizione al meglio. Abbiamo tanta voglia di giocare e credo che possiamo fare bene se restiamo unite e ce la mettiamo tutta. Siamo una squadra di lavoratrici, non c’è nessun fenomeno ma se giochiamo al massimo delle nostre possibilità è difficile batterci.”

Ufficio Stampa

Luca Pellegrini

Foto Luca Pagliaricci

Data articolo: Tue, 30 Mar 2021 13:44:53 +0200


Tutte le notizie

News Lega-pro da lega-pro.com Video Highlights partite Lega Pro Risultati classifiche Lega Pro girone A Risultati classifiche Lega Pro girone B Risultati classifiche Lega Pro girone C Risultati e Classifiche Serie D News designazione arbitri da AIA-FIGC News Serie C da tuttoc.com News calcio Serie C girone A da tuttoc.com News calcio Serie C girone B da tuttoc.com News calcio Serie C girone C da tuttoc.com News calcio Serie C interviste da tuttoc.com News calcio Coppa Italia Serie C da tuttoc.com News calcio Serie D da salentosport.net Highlights Serie D girone F Highlights Serie-D girone-I e altre serie minori News Serie C da notiziariocalcio.com News Serie D da notiziariocalcio.com

Squadre di Lega Pro girone A

News Alessandria calcio da grigionline.com News Arezzo calcio da ssarezzo.it News Carrarese calcio News Como calcio News Giana Erminio da tuttotritiumgiana.com News Juventus U23 Video Lecco calcio News Legnago Salus News Novara calcio da tuttonovara.it News Olbia calcio da olbiacalcio.com News Pistoiese Pro Patria calcio News Pro Sesto Pro Vercelli calcio Renate calcio

Squadre di Lega Pro girone B

News Carpi calcio da carpifc.com News Cesena calcio da tuttocesena.it News Fano calcio News Fermana calcio News Grosseto calcio News Gubbio calcio News Imolese da tuttosportimolese.com News Livorno News Lucchese News Mantova News Matelica News sport Modena Padova calcio News Perugia calcio News Vis Pesaro calcio News Piacenza 1919 calcio News Ravenna calcio News Rimini sport News Sambenedettese calcio News SudTirol calcio News Triestina

Squadre di Lega Pro girone C

News Avellino da tuttoavellino News Bari calcio da tutto.com News Bisceglie calcio tuttocalciopuglia.com News Catania calcio da tuttocatanianews.com News Catanzaro calcio da tuttocatanzaro.com News Casertana calcio tuttocasertana.it News Juve Stabia News Virtus Francavilla tuttocalciopuglia.com News Monopoli calcio tuttocalciopuglia.com News Palermo calcio News Potenza da tuttopotenza.com News Teramo calcio News Ternana calcio ternananews.it News Trapani calcio News Turris

Squadre Serie D

News Arzignano calcio Cerignola (D/I) tuttocalciopuglia.com Fidelis Andria tuttocalciopuglia.com Foggia calcio da tuttofoggiacalcio News Serie D gir.H da tuttoturris.com News Serie D gir.I messinanelpallone News Nocerina(Serie D/I) da tuttonocerina.com News calcio messinese messinanelpallone.it News Taranto calcio (D/I) tuttocalciopuglia.com

Serie minori

Calcio Eccellenza notiziariocalcio.com Calcio Promozione notiziariocalcio.com Calcio Eccellenza Messina Calcio Promozione Messina Eccellenza Promozione Puglia Eccellenza Puglia Calcio minore tuttocampo.it Olimpica Akragas forzaakragas.it

Calcio donne e Calcio a 5

Video calcio a 5 da Calcioa5live Video calcio a 5 donne Calcio donne calciofemminileitaliano.it News Calcio donne calciodonne.it News per gli amanti delle actions figures